17 settimane di gravidanza: la soglia del quinto mese di gravidanza

Durante le 17 settimane di gravidanza che sono trascorse dal concepimento, il corpo della donna ha ormai raggiunto la maturità fisica e ormonale e si è adattata perfettamente a questi cambiamenti. Giunti a diciassette settimane di gravidanza +4 giorni si concluderà il quarto mese di gravidanza e si entrerà nel quinto mese di gestazione. Questo è un periodo nel quale vi sentirete molto bene con voi stesse e con il vostro corpo che cambia continuamente. La nausea mattutina pian piano sta scomparendo ma potreste comunque soffrire di piccole allergie e rush cutanei: non preoccupatevi perché ciò è nella norma.

A causa dell’aumento lento e costante del progesterone potreste soffrire di bruciore e acidità di stomaco come anche dolori agli arti inferiori e crampi. Il bambino cresce a ritmi velocissimi e potrete facilmente sentirlo muoversi, scalciare e dare piccoli colpettini. Se soffrite di pressione bassa, il mal di testa potrebbe accompagnare le vostre giornate.

Cosa accade al bambino nella 17a settimana di gravidanza? E come sta cambiando il vostro corpo? In questo articolo troverete le risposte che state cercando.

Come sta crescendo il piccolo?

Alla diciassettesima settimana di gravidanza il vostro bambino è lungo circa 12-15 cm e pesa 150 g. Durante la 17 settimana di gravidanza è possibile vedere il sesso del bambino. Infatti, il ginecologo potrà eseguire un’ecografia e formulare un’ipotesi sul sesso del bambino sperando che si trovi nella posizione giusta. La conferma si avrà con l’ecografia morfologica che avrà lo scopo di fornire una misurazione anatomica completa del bambino o con l’amniocentesi.

Se siete giunte per la prima volta su Tutto Donna, potrebbe risultare interessante per voi leggere tutti i nostri articoli della sezione gravidanza: troverete consigli utili, risposte alle vostre domande e il calendario dettagliato di tutte le settimane di gravidanza.

Il cordone ombelicale è sempre più spesso e resistente e continua a trasportare, attraverso il circolo sanguigno, i nutrienti necessari a soddisfare le richieste metaboliche del piccolo in accrescimento. Il corpo e gli arti del bambino sono più grandi della testa ed il bimbo spesso sta con i pugnetti delle mani chiuse, come vi potrà ben dire il vostro ginecologo. Questo accade perché si stanno iniziando a formare i polpastrelli ed il senso del tatto inizia ad affinarsi. Le orecchie iniziano a spostarsi della sede definitiva e tutte le strutture uditive sono ancora in fase di formazione.Diciassettesima settimana di gravidanza

Alla 17 settimana di gravidanza gli occhi sono formati ma ancora non aperti, infatti il bambino li tiene sempre chiusi. La pelle non è del tutto formata e appare ancora trasparente perché i vari strati sono in formazione ed è molto fragile per via dell’assenza della melanina. Il tessuto adiposo sottocutaneo è ben sviluppato. A differenza dell’adulto il feto ha un grasso di tipo bruno (l’adulto invece ce l’ha bianco). Questo tipo di tessuto, che è molto presente nel feto e nei neonati, è in grado di sviluppare calore per termogenesi e ciò protegge il piccolo da eventuali sbalzi di calore, cosa che non è in grado di fare quello bianco. L’apparato sessuale è quasi del tutto sviluppato; nei maschietti si ha la completa formazione della ghiandola prostatica in questa settimana di gestazione. L’intestino del bambino inizia ad accogliere grosse quantità di meconio.

 Cos’è il meconio? Il meconio è una secrezione di colore bruno-verdastra vischiosa frutto della desquamazione intestinale e del liquido amniotico ingerito in tutti i nove mesi e verrà espulso poco dopo la nascita. Qualora ciò non accadesse allora potrebbe essere segno di un’occlusione intestinale o nella peggiore delle ipotesi un primissimo segno di fibrosi cistica.

...

Diciassette settimane di gravidanza: cosa accade alla mamma?

Alla 17 settimana di gestazione la pancia inizia a farsi vedere come anche qualche chiletto di troppo che abbiamo accumulato e che sarà meglio smaltire mettendoci a dieta. L’utero in questa fare si sta allungando ed inizia a spingere l’intestino verso l’alto e questo potrebbe rallentare la digestione ed avvertire sempre un continuo stato di pesantezza allo stomaco. Il carico del peso e le sollecitazioni meccaniche alla colonna vertebrale possono provocare l’infiammazione del nervo sciatico.

Leggi anche: Mal di schiena in gravidanza

Il nervo sciatico è un nervo molto lungo che attraversa tutta la gamba e che se si infiamma provoca fastidiosi dolori che si irradiano fino alla punta del piede. Questo nervo in gravidanza è sollecitato dalla crescita dell’utero e se compare il dolore per trovare sollievo evitate di stare troppo tempo nella stessa posizione. La notte provate a dormire sul fianco opposto con un cuscino tra le gambe per trovare sollievo. Sempre alle gambe potrete accusare dolori dovuti alla cattiva circolazione sanguigna.

La comparsa di vene varicose e crampi notturni è una cosa frequente. Per alleviare il disturbo provate a fare delle docce fredde a partire dal mattino, tenere le gambe sollevate, applicare dei gel dall’azione vasotonica ed indossare calze elastiche riposanti. Inoltre tutti i tessuti del corpo possono perdere di elasticità a causa dell’aumento del progesterone e sovente si ha la comparsa di smagliature. Infatti, è buona regola idratare quotidianamente la pelle durante tutti i nove mesi di gravidanza con delle creme idratanti oppure dell’olio di mandorle dolci che potrete applicare su tutto il corpo e anche sul seno.

Durante la 17 settimana di gravidanza aumentano le secrezioni in vari distretti del corpo: sudate di più anche le mani (iperidrosi), aumentano le secrezioni nasali e potreste soffrire di perdite bianche in gravidanza. Tutto questo è il frutto dell’aumento del flusso ematico in gravidanza ed è una condizione che si risolverà spontaneamente con il parto. Curate molto la vostra alimentazione e anche l’igiene intima eviterete così spiacevoli infezioni batteriche o fungine. Giunti alla diciassettesima settimana di gestazione dovrete sottoporvi ad esami di routine come prelievo sanguigno per l’emocromo, analisi delle urine, controllo della pressione arteriosa; oltre che sottoporvi alle varie ecografie obbligatorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *