Quanto costa rifarsi il seno?

Quanto costa rifarsi il seno? Questa è la domanda che viene spontaneo porsi subito dopo aver valutato l’ipotesi di sottoporsi a tale intervento con lo scopo di piacersi di più quando ci si guarda allo specchio. Le motivazioni che spingono molte donne a valutare la possibilità di passare sotto ai bisturi di un chirurgo plastico per aumentare (o diminuire!) la taglia del proprio reggiseno sono soprattutto psicologiche, in quanto la reale intenzione che sta alla base di questo desiderio è proprio quello di piacersi di più e quindi di piacere di più.

In realtà anche la salute può essere raramente stimolo fondamentale: ad esempio un seno troppo grosso è causa di problemi posturali a causa dello squilibrio in avanti che un seno grande può comportare, con tutte le conseguenze del caso. Come accennato, tale situazione è da associarsi nella maggior parte dei casi a donne che devono anche lavorare sul fisico in generale.

A parte queste eccezioni, pensare ad un a mastoplastica è spesso legato a problemi estetici e pochi sono i casi in cui ci si sottopone per motivi di salute. Tuttavia, in questi casi, è fondamentale pensare anche alle conseguenze economiche e di salute legate all’intervento: quanto costa rifarsi il seno? Questa è la domanda a cui risponderemo nel corso di questo articolo.

Mastoplastica additiva: valutazione e preparazione all’intervento

Questo tipo di intervento viene richiesto sempre più spesso dalle donne, nonostante i vari rischi che possono presentarsi. Si tratta di un’operazione in seguito alla quale vengono inserite delle protesi nel corpo, protesi che possono essere rigettate o causare infezioni, se non addirittura scoppiare. Dunque, prima di sottoporsi realmente alla mastoplastica additiva, è assolutamente necessario rivolgersi a professionisti del settore, non soltanto medici chirurgi ma anche psicologi in grado di aiutarci ad esaminare con cura le motivazioni psicologiche per cui si vuole correre il rischio di un intervento andato male o di eventuali problemi post-operatori. La donna deve essere convinta della sua scelta e deve essere supportata sia prima che dopo l’intervento. Per quanto ambito, tale risultato va gestito da un punto di vista psicologico dell’accettazione di sé.

Come prepararsi all’intervento? Oltre al supporto psicologico di cui abbiamo appena parlato, la paziente deve essere seguita da un chirurgo in grado di rassicurarla sull’esito dell’intervento. Il medico deve consigliare un risultato gradevole alla vista e proporzionato rispetto al corpo della donna a cui sta fornendo la consulenza. Il rapporto che si crea deve essere di fiducia e rispetto, in modo tale che dalla collaborazione tra il medico e la paziente possa scaturire un risultato soddisfacente.

I risultati della mastoplastica

Quando ci si rivolge ad un medico professionale ed abilitato (a tal proposito vi raccomandiamo caldamente di non farvi attirare da offerte provenienti da studi che paiono poco affidabili: informatevi sempre sulla professionalità del medico a cui vi affidate!) i risultati che si possono ottenere sono molto naturali e soprattutto non dovrebbero dare problemi, se non nelle fasi immediatamente post-operatorie, quando un po’ di dolore è da preventivare.

Quanto costa rifarsi il senoDal momento che si sta parlando di una vera e propria trasformazione del corpo, l’età consigliata per modificare la propria struttura e forma del seno è  a partire dai 19 anni, momento in cui la crescita è terminata e l’intervento si può eseguire senza ulteriori rischi. Il medico chirurgo valuta le condizioni di salute della paziente per accertarsi che il tutto possa essere eseguito in sicurezza e serenità, senza eventuali complicazioni, sconsigliando l’operazione a chi rischia di non avere un esito soddisfacente e in totale sicurezza in seguito alla mastoplastica. Per queste ragioni vengono eseguiti gli esami del sangue e l’elettrocardiogramma, insieme alla valutazione della situazione della donna: sta prendendo farmaci? Fuma? I farmaci che sta assumendo sono compatibili con l’intervento o sono da sospendere?

La visita presso lo studio permette sia di valutare lo stato di salute della paziente, sia gli effetti estetici in termini di risultato dell’intervento: il chirurgo illustra alla paziente tutta la procedura chirurgica, fornendo informazioni complete sia sulle fasi dell’operazione e del post-operatorio, sia i costi che vanno sostenuti.

Il costo dell’operazione

Passiamo, ora, ad esaminare il costo dell’operazione volta a modificare la forma e le dimensioni del seno.  In realtà il preventivo per questo intervento estetico non è di facile definizione, in quanto la cifra dipende da più elementi personali e dal risultato a cui si ambisce. Non ultimo, anche la Regione in cui ci si farà operare incide sul prezzo da sostenere. Vi sono davvero molte variabili da tenere in considerazione, tuttavia in linea di massima il costo per rifarsi il seno oscilla tra i 4000 ed i 7000 euro.

Ovviamente, diverso è il caso di coloro che si sottopongono alla mastoplastica per problematiche legate alla salute (seno troppo grande o patologie alla mammella): esse non dovranno pagare se non quanto previsto da Servizio Sanitario Nazionale. In caso di tumore, ad esempio, il motivo per cui si è costretti ad asportare il seno è davvero grave, sia per la salute fisica che per le conseguenze psicologiche: per questo non si può parlare di un fattore estetico, bensì a una modifica del corpo pensata per far sì che la donna riesca a gestire e superare meglio la terribile esperienza che sta affrontando. Per questo motivo non dovrà sottoporsi all’intervento in regime privato ma potrà accedere ad una prestazione mutuabile.

Se non sei pronta per affrontare un intervento…

Trovare il coraggio di mettersi sotto i ferri non è da tutti e possono essere molte le preoccupazioni che possono insorgere quando si sente parlare di anestesia, bisturi e post-operatorio. L’intervento chirurgico, per fortuna, non è il solo modo per avere un seno da paura sodo ed alto ma in commercio esistono prodotti che possono dare risultati davvero straordinari se applicati con costanza e scrupolosità. Ormai, i cosmetici a base di agenti rassodanti presenti in commercio sono tantissimi e molti a base di sostanze di origine sintetica che possono causare spiacevoli reazioni allergiche. SenUp, invece, è un prodotto veramente sorprendente in grado da dare veramente ottimi risultati se applicato secondo le modalità riportate nella scheda tecnica del prodotto. Nessun rischio di allergia perché parliamo di un prodotto che contiene due sostanze dalla tipica azione rassodante come l’olio di arancia e l’estratto di vite. Per approfondire le sue proprietà, leggere le testimonianze di chi ha finalmente avuto il seno che desiderava senza sottoporsi all’intervento o per acquistare questo prodotto ti consiglio di cliccare questo link.

Scopri come avere il seno che hai sempre desiderato in maniera assolutamente naturale! 

L’operazione e la fase post-operatoria

Se avete deciso, infine, di sottoporvi all’intervento, allora dovete valutare sia l’intervento in sé che i momenti successivi al ricovero. L’operazione di solito viene eseguita in anestesia locale e non prevede lunghi ricoveri. Come si inseriscono le protesi? Il chirurgo incide il margine areolare inferiore, zona in cui la cicatrice dovrebbe essere meno visibile. Finito l’intervento vengono applicate delle bende e delle medicazioni. Una volta tornate a casa è possibile che la paziente riscontri lievi disturbi tra cui l’intorpidimento del seno, gonfiore e anche senso di spossatezza. Per questo bisogna assumere i farmaci prescritti che hanno lo scopo di alleviare questi disagi e di evitare infezioni. Naturalmente, non è possibile tornare immediatamente alla vita di tutti i giorni. La zona si deve cicatrizzare, per cui bisognerà stare attente a come ci si muove (sia nella quotidianità che nello sport, che va evitato). Come un qualunque altro intervento, dobbiamo lasciare il tempo al corpo di riprendersi e alla pelle di guarire, così da evitare spiacevoli inconvenienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *