10 mesi neonato: sviluppo, crescita e comportamento

Un periodo decisivo nella fase di crescita del piccolo è rappresentato dal traguardo 10 mesi del neonato, quando lo sviluppo fisico e comportamentale si caratterizza per dei radicali cambiamenti. Dal punto di vista motorio, il piccolo gattona mentre i più precoci iniziano a camminare grazie al supporto delle mani dei più grandi che lo sorreggono, anche se  il suo equilibrio non è ancora sicuro ed i passi vengono eseguiti in punta di piedi. Afferrando le mani di un adulto il bimbo riesce infatti ad alzarsi in piedi, mentre le sue braccia diventano più forti coordinandosi con gli altri movimenti del corpo. Dal momento che il bambino inizia a muoversi in maniera più autonoma il suo comportamento risulta più ansioso, quindi durante la notte può capitare che si svegli all’improvviso e che non riesca ad addormentarsi se non accanto alla propria madre, ma per fargli acquistare delle buone abitudine è opportuno riportarlo a dormire nel suo lettino appena si addormenta profondamente, in modo tale che al suo risveglio si ritrovi al posto che gli spetta.

10 mesi del neonato: un momento importante per il distacco

In questo periodo il piccolo prova la cosiddetta angoscia da separazione: compiuti infatti i 10 mesi neonato, il bimbo rifiuta di essere affidato alle c il piccolo imparerà a ripetere le parole nel modo giusto.

ure di una persona estranea, ha paura di rimanere da solo con chi non conosce, anche se la mamma è vicina, per cui reagisce spesso piangendo. In questa fase della sua crescita il piccolo esprime le sue prime capacità cognitive e linguistiche, in particolare impara ad associare il nome agli oggetti in quanto per lui la comprensione del linguaggio diventa più accessibile: inizia ad imparare il nome delle cose e delle persone dopo la loro indicazione. A partire dal decimo mese il bambino piccolo riesce a capire come richiamare l’attenzione dei genitori per questo inizia attraverso la lallazione ad usare la propria voce componendo coppie di vocali e consonanti ben definite come ad esempio “ma-ma” e “pa-pa”, in questa fase la pronuncia delle sillabe è inconsapevole e le sillabe vengono legate in maniera casuale iniziando a pronunciare delle parole confuse, attraverso la correzione degli adulti.

Per quanto riguarda l’alimentazione, durante i 10 mesi del neonato, lo svezzamento dovrebbe essere stato già avviato da qualche mese, è importante l’atteggiamento della mamma che deve essere consapevole dell’importanza di un regime alimentare basato sul latte e di altri alimenti, tra cui frutta e verdura, seguendo le indicazioni del proprio pediatra per fornire al piccolo tutti i nutrienti che favoriscono la crescita del piccolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *