Balcone fiorito: come crearlo seguendo piccoli consigli utili

Nel corso della bella stagione si può ravvivare la facciata della propria casa oppure del proprio appartamento realizzando un piccolo giardino che prende piede sul proprio balcone fiorito. Un balcone può trasformarsi in un piccolo giardino rigoglioso oppure in un orto funzionale con un po’ di cura ed è bene partire dalla scelta di piante dalla vegetazione florida da accompagnare a fiori.
Per una composizione armoniosa si suggerisce di associare alle piantine di fiori delle piante aromatiche, come ad esempio il basilico, l’origano, la citronella, la menta, che inonderanno il balcone di un profumo avvolgente. Per decorare le finestre, i balconi ed i terrazzini con una piccola oasi di verde si possono scegliere dei fiori  duraturi e poco impegnativi, inoltre per creare un risultato finale equilibrato si consiglia di adoperare non più di tre colori diversi oltre al verde, per evitare di creare un effetto multicolor e visivamente troppo pieno. È bene procedere gradualmente iniziando con pochi vasi di piante e di fiori acquisendo gradualmente dimestichezza con il giardinaggio di tipo domestico, selezionando accuratamente le piante da esibire a seconda del clima e dell’esposizione del proprio balcone In genere però si suggerisce di mettere sempre qualche pianta sempreverde a conferire un tocco di colore che dura tutto l’anno.

Balcone fiorito: il pollice verde del palazzo

Un balcone fiorito tutto l’anno richiede particolari cure: bisogna infatti dedicare il tempo necessario al pollice verde facendo attenzione alla lucidatura delle foglie, alle infestazioni di eventuali parassiti, agli eventuali travasi ed alla regolare annaffiatura. Per avere un piccolo giardino sul proprio balcone vanno quindi scelti delle piante e dei fiori che crescono e sbocciano in periodi diversi dell’anno se si vuole mantenere tutto l’anno un bel balcone. Di solito nei periodi freddi dell’anno è meglio adornare le finestre con delle resistenti piante sempreverdi tra cui la Palma di San Pietro e la Palma Cinese, anche le piante grasse e quelle rampicanti sono alquanto resistenti. Per recuperare spazio o meglio per occuparlo in maniera intelligente si suggerisce di scegliere anche dei vasi adatti, a partire da delle dimensioni funzionali al perimetro libero a disposizione, si possono adoperare inoltre fioriere per piante rampicanti, vasi per ringhiera oppure dei vasi pensili; per non creare troppa disarmonia si possono scegliere vasi dello stesso materiale e dello stesso colore da accompagnare a piante organizzate in composizioni strategiche ed originali.

Produrre nel nostro piccolo quel po’di ossigeno per l’ambiente senza troppe spese sarà il nostro orgoglio quotidiano. Il nostro balcone fiorito, con un po’ di cura, sarà invidiato da tutto il vicinato e sarà preso come punto di riferimento da tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *