Battesimo, padrino e madrina: come scegliere?

I genitori di un bambino che deve ricevere il sacramento del battesimo hanno un importante decisione da prendere: conferire l’incarico di battesimo padrino e madrina. Oltre ai genitori del piccolo, quindi, anche a questi ultimi spetta un compito significativo che consiste nell’affiancare il battezzando nella sua formazione cristiana e sociale. È bene quindi partire da una preliminare  istruzione sul significato del sacramento senza trascurare il tema relativo agli obblighi inerenti il sacramento: sarà il parroco a preparare i familiari ma anche il padrino e la madrina del battezzando. È importante affiancare al battezzando un padrino che ha il compito di assisterlo nell’iniziazione cristiana ma anche di seguirlo dopo:  questo ruolo di guida deve proseguire per tutta la vita. Il compito del padrino del battessimo è, infatti, quello di cooperare con i genitori per aiutare il bambino a condurre una vita conforme alla comunità cristiana.

Padrino e madrina battesimo
Fonte Foto
  
Per il battesimo basta semplicemente un padrino oppure una madrina, ma possono essere ammessi anche due figure ossia un padrino ed una madrina. Va comunque precisato che non solo i bambini possono ricevere il battesimo ma anche gli adulti: è capace di ricevere il battesimo ogni uomo e solo l’uomo non ancora battezzato. Chi si è convertito in età adulta, infatti, deve seguire il medesimo percorso.

L’incarico di battesimo padrino e madrina può essere ricoperto esclusivamente da una persona fedele, che ha ricevuto il sacramento del battesimo e della cresima,  anche se l’idoneità del padrino va giudicata tenendo conto non solo di alcuni requisiti specifici ma anche mediante la valutazione dell’effettiva attitudine e della stessa volontà del soggetto a collaborare all’educazione e, parallelamente, alla crescita cristiana del soggetto. Nella scelta del padrino è decisiva la figura del parroco che deve informare i genitori sul ruolo che spetta propriamente al padrino anche se le sue indicazioni si limitano esclusivamente al contesto della catechesi cristiana e comunitaria. Assume un ruolo importante anche la pastorale del dopo battesimo, con lo scopo di appurare gli impegni assunti dai genitori e dai padrini del battezzato: il parroco deve continuare ad incoraggiare i genitori ed i padrini a soddisfare i doveri ed i compiti presi durante il battesimo del bambino allo scopo di essere convenientemente catechizzati. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *