Come pulire le zanzariere senza smontarle: sgrassatore o aceto?

Vista la loro funzione e la stessa collocazione nella parte più esterna delle finestre o delle porte, le zanzariere sono soggette a sporcarsi con estrema facilità, per cui per questioni igieniche è bene sottoporle ad una periodica manutenzione soprattutto nel corso della bella stagione, per assicurarsi così un buon circolo d’aria attraverso la stretta trama. Per procedere in maniera corretta è quindi opportuno sapere come pulire le zanzariere.

Durante il loro lavaggio si deve evitare di intervenire con eccessiva foga, con il rischio di  far uscire la zanzariera dai binari oppure di creare dei tagli sulla loro superficie, per congiurare queste eventualità è bene procedere con una certa attenzione, muovendosi nella fase di pulizia dall’alto verso il basso e con movimenti delicati.

Pulire le zanzariere senza smontarle

Tra i primi trattamenti da mettere in atto, senza smontare i teli delle zanzariere, vi è la rimozione della polvere dall’interno, e per spolverare le zanzariere si possono seguire diversi metodi:
  • adoperare un comune panno in micro fibra oppure un piumino per rimuovere i depositi di polvere tra i fori della superficie;
  • passare l’aspirapolvere, meglio optare per il beccuccio stretto, oppure il folletto con spazzola piccola, ricordandosi di impostare una bassa potenza;
  • utilizzare la vaporella oppure un vaporizzatore facendo passare l’aria nebulizzata attraverso i fori della zanzariera e mantenendo la giusta distanza.
Consigli per pulire le zanzariere
Fonte foto

Come pulire le zanzariere? Si può usare lo sgrassatore oppure l’aceto: ecco i rimedi

Tra i metodi efficaci da adottare per pulire le zanzariere in modo adeguato si consiglia inoltre di eliminare la polvere e lo sporco che si deposita principalmente sui fori della superficie e, per facilitare tale operazione, si può adoperare un comune sgrassatore: dopo aver spruzzato sulla zanzariera il prodotto si deve usare una spugnetta leggermente imbevuta di acqua tiepida e procedere a rimuovere contemporaneamente lo sgrassatore e lo sporco, si deve proseguire nell’operazione fino a quando non si sarà pulita tutta la superficie, risciacquando la spugnetta molto spesso all’interno di una bacinella piena di acqua.

In alternativa si può sostituire allo sgrassatore l’aceto da diluire con acqua, questa soluzione miscelata si può inserire all’interno di una boccetta con spruzzino e spruzzare sulla zanzariera, dopo aver lasciato agire per qualche istante si può passare la spugnetta imbevuta di acqua, si deve strofinare su piccole zone e progressivamente risciacquare la spugnetta di volta in volta per pulirla dallo sporco rimosso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *