Ogni quanto lavare il cane? Consigli per il bagno periodico

Le diverse razze canine sono dotate di un mantello che presenta delle specifiche caratteristiche che necessitano di un trattamento adeguato per quanto riguarda la cura del pelo, per cui in base alle sue specificità bisogna valutare ogni quanto lavare il cane. La cura dei diversi tipi di mantello non si deve limitare al periodico bagno, ma deve prevedere anche accurate spazzolature e tosature quando risultano necessarie. In genere, le razze canine con pelo raso con una cadenza settimanale dovrebbero venire strigliate con un guanto antistatico: si raccomanda poi un bagno ogni due o tre mesi per assicurare la corretta igiene del mantello; si possono anche utilizzare degli specifici prodotti per ridare lucentezza al pelo.
Quando bisogna fare il bagno al cane

Anche i cani con pelo corto devono essere spazzolati frequentemente con il guanto antistatico, oppure con un pettine a denti fitti. Sono consigliati, poi, lavaggi periodici ogni due e tre mesi durante tutto l’arco dell’anno potendo programmare un bagnetto in più durante i mesi caldi.
I cani che, invece, hanno il pelo semilungo presentano un particolare tipo di mantello che richiede maggiori cure ed una pulizia periodica; si dovrebbe usare una spazzola oppure un pettine per sciogliere i nodi che si potrebbero formare e bisognerebbe spazzolare il proprio fedele amico a quattro zampe ogni 15 giorni, nei periodi di muta stagionale si consiglia invece di intervenire quasi ogni giorno; per quanto riguarda la fase di lavaggio si consiglia una pulizia periodica ogni 4-6 mesi, valutando bene le condizioni del mantello.

Ogni quanto lavare il cane, quindi?

Le razze con il pelo frangiato richiedono un’abituale spazzolatura e la rasature di alcune zone ogni due mesi, mentre sulle parti frangiate si suggerisce di intervenire ogni 15-20 giorni avendo cura nel regolare i peli sul collo e fra le dita, mentre devono venire periodicamente lavati in media ogni mese o due mesi.
Le razze con pelo ruvido richiedono una toelettatura con l’apposito coltellino da stripping per poter eliminare il pelo morto stimolando allo stesso tempo la crescita del nuovo, per l’igiene periodica si raccomanda di fare il bagno anche ogni trenta giorni se il mantello del cane è chiaro, se è scuro invece si può dilatare la cadenza tra un bagno e l’altro.

I cani con pelo cordato hanno un mantello lungo ed arricciato, non possono essere strippati ma solo tosati per evitare la formazione di aggrovigliamenti del pelo di copertura, vanno poi eliminati periodicamente i nodi con una spazzola a denti larghi; per quanto riguarda il bagno sarebbe una buona abitudine lavare spesso il cane a distanza di uno o due mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *