Respira aria positiva: come ritrovare l’ottimismo!

In questi ultimi anni riuscire ad avere un pensiero positivo non è facile. Però oggi proviamo a chiudere la parentesi in cui sono presenti la crisi economica, la crisi dei valori, i problemi legati alle condizioni climatiche e concentriamoci su un tema che riguarda tutti noi: la positività. Essere ottimisti non è un dono che riescono ad avere tutti. L’ansia, lo stress e la preoccupazione vanno a braccetto con molte persone e le accompagnano durante l’arco della giornata, se non addirittura della notte.

Come si fa quindi a togliersi di dosso la negatività che ha preso possesso in noi e vedere un barlume positivo? Riuscire a raggiungere un atteggiamento ottimistico nei confronti della realtà che ci circonda non è difficile ma bisogna volerlo davvero. Sono necessari pochi e semplici passi che finiranno per fare la differenza.

Trucchi per ritrovare l’ottimismo: esercizi mentali per un pensiero positivo

Prima di tutto è importante cercare di vedere il bicchiere mezzo pieno anziché mezzo vuoto, in ogni occasione, perché c’è sempre da guadagnare. In questo modo, di fronte alle sfide di tutti i giorni, si riesce ad approcciarsi in maniera tale da non dover dire “se penso che andrà male e succede, almeno non resterò deluso”.

Essere pessimisti non reca alcun vantaggio, sia dal punto di vista fisico sia dal punto di vista mentale. Essere ottimisti dà la possibilità di combattere l’ansia e liberarsi dalle preoccupazioni. E’necessario amare ciò che ci circonda come diceva Tolstoj: “la felicità non è avere ciò che si ama ma amare ciò che si ha”. Vi siete mai chiesti se state realmente facendo ciò che vi piace?Molti di noi sono stati catapultati in una realtà che non avrebbero voluto vivere ma che hanno dovuto accettare. In questi casi, trovare il proprio angolo di libertà che permette di far accrescere la propria persona, può essere un buon modo per respirare un’aria diversa. Ma come si può fare? Attraverso hobbies, sport, lavori secondari che mettano in pratiche delle nostre doti nascoste che avremmo sempre voluto tirare fuori. Questo da modo di raggiungere un certo grado di felicità e quindi di positività.

Molti di noi, invece, hanno semplicemente deciso di fare la scelta più semplice, quella che avrebbe recato meno rischi possibili. Si sono così ritrovati infelici e si sa, l’infelicità porta pessimismo. In questo caso è necessario magari staccarsi dalla routine giornaliera e concedersi una vacanza, magari anche da soli, per riscoprirsi. Oppure confrontarsi con qualcuno che ha affrontato esperienze simili per riuscire a trovare lo sprint giusto.

Affrontare le cose con un atteggiamento positivo può rivelarsi molto vantaggioso non solo per il nostro umore e stato d’animo, ma anche per affrontare le sfide legate al lavoro, allo studio e alle situazioni che si presentano ogni giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *