Nurofen Sciroppo per bambini – Cos’è e qual è il dosaggio del farmaco

Oggi in commercio ci sono moltissimi medicinali per combattere e ridurre la febbre. Molti di questi sono stati realizzati appositamente per i bambini: tra questi troviamo Nurofen Bambini. Un’attenzione particolare infatti, deve essere data ai bambini che presentano i sintomi della febbre.

La febbre di per sé non è un fatto negativo, come si potrebbe pensare. È al contrario un modo del nostro corpo per combattere i batteri cattivi. Dunque, quando compare la febbre, il nostro corpo non solo ci dice che qualcosa non va, ma cerca subito di risolvere il problema.

Aumentando la temperatura del corpo (si considera febbre una temperatura che supera i 37 °C), questi batteri muoiono; tuttavia, una febbre prolungata non va bene, in special modo per i bambini.

In questa breve guida parleremo del medicinale Nurofen Bambini (Nurofen Sciroppo Bambini e Nurofen supposte).

Ci soffermeremo in particolare su che cos’è il Nurofen Bambini, qual è la sua funzione, quali sono i dosaggi, gli effetti collaterali, e i suoi vantaggi rispetto ad altri farmaci simili (come la Tachipirina).

Che cos’è il Nurofen Bambini?

Nurofen Bambini è un medicinale adatto ad abbassare la febbre dei più piccoli: esso infatti ha funzioni antiinfiammatorie, antidolorifiche e antipiretiche (ossia in grado di diminuire la febbre).

Nurofen per bambini può essere somministrato a sciroppo oppure a supposte, come anticipato. Se il vostro bambino non riesce ad ingerire lo sciroppo perché, oltre alla febbre, mostra sintomi di vomito, è bene utilizzare il Nurofen versione supposte, soluzione che assicura che il farmaco sia giustamente assorbito.

È inutile somministrare lo sciroppo al bambino se poi viene espulso dallo stesso. In questo caso il farmaco non porterebbe alcun effetto benefico al bambino, perché è come se non fosse stato somministrato.

Se il vostro bambino è allergico all’ibuprofene (principio attivo con il quale è stato realizzato il Nurofen e gli altri farmaci antiinfiammatori), è bene non somministrare il medicinale.

Nurofen bambini: dosaggio

Come regolarsi con il farmaco Nurofen Bambini? Dosi e tempi di somministrazione sono due elementi importanti quando si somministra un farmaco. La determinazione delle dosi del Nurofen Bambini (detta nel linguaggio medico posologia), viene stabilita dal pediatra in base alle condizioni fisiche del bambino e all’età.

Come tutti i farmaci, anche Nurofen potrebbe portare degli effetti collaterali al bambino: per evitare questo, si consiglia di somministrare una dose minima per pochi giorni, in modo da interrompere subito la terapia nel caso in cui ci fosse una reazione allergica da parte del bambino.

All’interno della confezione di questo farmaco è possibile trovare una siringa e un cucchiaio dosatore: la siringa in particolare viene utilizzata per la somministrazione orale ai bambini di età inferiore ai 12 mesi. È bene comunque non superare le tre dosi giornaliere del farmaco Nurofen.

Nurofen deve essere utilizzato per un periodo molto breve: nei casi in cui non si dovessero riscontrare dei miglioramenti, o si riscontrasse un peggioramento delle condizioni fisiologiche del bambino, si dovrà consultare il pediatra, ricordando che il Nurofen non deve essere somministrato ai bambini di un’età inferiore ai 3 mesi.

Bambini così piccoli infatti, non hanno ancora sviluppato la capacità di difesa dell’organismo dal farmaco. Il sovradosaggio, quindi l’eccessivo dosaggio di un farmaco rispetto a quelle che sono le dosi indicate sul foglietto illustrativo (presente all’interno della confezione), è sempre da evitare, specie in questi medicinali per i bambini.

Nel caso fosse stato dosato al bambino una quantità troppo alta del Nurofen, o nel caso in cui il bambino avesse ingerito di sua volontà una dose eccessiva del farmaco (si raccomanda di tenere sempre i medicinali fuori dalla portata dei bambini), contattate subito il pediatra o il medico generale presso il quale vostro figlio è in cura.

Altri farmaci per combattere la febbre

La Tachipirina è un farmaco molto utilizzato per ridurre ed eliminare la febbre, e non solo; per i bambini, la Tachipirina è effervescente, si scioglie nell’acqua, ed è disponibile in due dosi: 125 mg e 500 mg.

Sia Nurofen che la Tachipirina sono farmaci comprovati, che riescono bene a combattere ed eliminare la febbre.

Il Nurofen ha dei dosaggi di somministrazione più bassi rispetto alla Tachipirina. Il Nurofen Bambini Sciroppo infatti, può essere da 100 mg ogni 5 ml e da 200 mg ogni 5 ml.

La Tachipirina, come già detto, viene molto utilizzata per il trattamento dei sintomi della febbre, per questo è difficile che si verifichino effetti collaterali con la somministrazione di questo farmaco.

La Tachipirina potrebbe essere più adatta ai bambini rispetto al Nurofen, proprio perché è un farmaco che garantisce una sicurezza maggiore.

Conclusioni

In questa breve guida abbiamo parlato di un farmaco ideale per il trattamento della febbre nei bambini e nei lattanti: il Nurofen Sciroppo.

Questo farmaco è disponibile anche nella versione supposte, ideale nel caso in cui il bambino dimostrasse anche sintomi di vomito, oltre alla febbre.

Con la supposta viene garantita la somministrazione del Nurofen.

Il dosaggio del farmaco viene prescritto dal medico o dal pediatra di riferimento. Esistono due versioni del Nurofen Sciroppo: da 100 mg ogni 5 ml, e da 200 mg ogni 5 ml.

Per i bambini molto piccoli, di età inferiore ai 12 mesi, il farmaco può essere somministrato grazie ad una siringa o un cucchiaio dosatore, presenti all’interno della confezione.

È bene sempre cominciare con dosi del Nurofen molto basse, in modo tale da controllare l’eventuale reazione allergica del bambino al farmaco.

Il Nurofen è comunque un medicinale prodotto per un trattamento di breve durata.

Nel caso in cui si verificasse l’ipotesi di una reazione allergica del bambino al farmaco, si consiglia di interrompere subito la somministrazione e contattare il pediatra o il medico di riferimento.

Oltre al Nurofen, ci sono molti altri farmaci in commercio in grado di ridurre ed eliminare la febbre. Uno tra questi è sicuramente la Tachipirina.

La Tachipirina è un farmaco molto diffuso e molto utilizzato per il trattamento della febbre, sia negli adulti che nei bambini.

La Tachipirina per i bambini è nella versione effervescente, si scioglie quindi nell’acqua. Esistono due dosi della Tachipirina per bambini: da 100 mg e da 500 mg (per i casi più gravi).

Entrambi i farmaci, sia il Nurofen (sciroppo o supposte) che la Tachipirina, sono adatti al trattamento dei sintomi della febbre.

Come per tutti i medicinali, è bene leggere attentamente le istruzioni d’uso presenti all’interno delle confezioni, e consultare il medico di riferimento.

Soprattutto per i bambini, i farmaci devono essere somministrati con cautela e sotto l’indicazione del medico, meglio ancora di un pediatra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *