Gaviscon in Gravidanza: ci Sono dei Rischi?

Si può assumere Gaviscon in gravidanza? Capita molto spesso di sentire bruciore allo stomaco, senso di nausea o un fastidioso reflusso acido: un medicinale particolarmente utilizzato per combattere questi sintomi è, appunto, Gaviscon.

Si tratta di un farmaco molto comune, che tuttavia potrebbe creare dei problemi se assunto in gravidanza. La gravidanza è infatti un momento molto delicato per la donna, e tutti i farmaci che si assumono, anche quelli da banco senza bisogno di ricetta medica, devono essere controllati dal medico.

Possono esserci dei problemi se si utilizza Gaviscon durante il periodo di gestazione? Se sì, quali sono? In questa breve guida risponderemo a queste domande e capiremo se ci sono o meno problemi nell’utilizzo di Gaviscon in gravidanza.

Tipi diversi del farmaco Gaviscon

Come detto nell’introduzione, Gaviscon è un farmaco molto comune per risolvere problemi di bruciore di stomaco, reflusso acido e nausea: le donne in stato di gravidanza accusano molto spesso questo tipo di sintomi, in particolare nei primi mesi di gestazione.

La tendenza quindi è quella di rivolgersi a questo farmaco anche per combattere i sintomi e acidi in gravidanza. Ma è davvero sicuro? Partiamo col precisare che ci sono diversi tipi di Gaviscon in commercio: Gaviscon, Gaviscon Advance e Gaviscon bruciore e indigestione.

Durante la gravidanza, i sintomi come la nausea, il bruciore di stomaco e il reflusso acido sono naturali e possono verificarsi anche per tutto il periodo di gestazione.

Un farmaco come Gaviscon può aiutare ad alleviare i sintomi nel momento. Certo è che non potrebbe risolvere il problema, visto che i sintomi in questione sono assolutamente normali e frequenti durante il periodo di gestazione.

Come può essere assunto Gaviscon?

Gaviscon può essere assunto tramite bustine o sciroppo: se avete intenzione di utilizzare Gaviscon durante la gravidanza, è sempre meglio consultare prima il vostro ginecologo.

Solo un esperto potrà dirvi con certezza se è il caso di utilizzare il farmaco, in quali dosi e se in bustina o sciroppo. Come tutti sanno, i sintomi come nausea, bruciore di stomaco o reflusso acido sono tipici della gravidanza.

Gaviscon potrà aiutarvi solo al momento, ma non potrà eliminare del tutto questi sintomi, poiché sono appunto normali e frequenti durante il periodo di gestazione.

Non si potrebbe certo assumere Gaviscon ogni giorno, per tutta la durata della gravidanza, quindi consultate il vostro specialista per sapere quando effettivamente ci sia bisogno di assumere tale farmaco e in che modalità.

Controindicazioni del farmaco Gaviscon

All’inizio di questa guida ci siamo posti come obiettivo quello di rispondere alla seguente domanda: ci sono dei problemi se assumiamo Gaviscon in gravidanza? La risposta per il momento è no: non risultano ad oggi delle controindicazioni in seguito all’assunzione del Gaviscon in gravidanza.

In ogni caso, per le donne incinte, è sempre bene rivolgersi allo specialista riguardo le dosi da prendere. Quelle riportate sul foglietto illustrativo del farmaco infatti, non fanno riferimento specifico alle donne in gravidanza.

L’unico motivo che potrebbe portare a degli effetti collaterali è l’allergia al farmaco. Gaviscon quindi può essere utilizzato durante la gravidanza.

Ma è davvero necessario? Visto che il farmaco non potrebbe essere preso tutti i giorni, ci sono altri rimedi per combattere nausea, reflusso acido e bruciore di stomaco? La risposta è sì. Ci sono dei metodi naturali per combattere questi sintomi.

Soprattutto nel caso della gravidanza, il rimedio naturale potrebbe essere una soluzione migliore del ricorrere ad un farmaco.

Vediamo quali sono queste soluzioni naturali per alleviare bruciori di stomaco, nausee e reflussi acidi.

Combattere i problemi allo stomaco naturalmente

Per combattere naturalmente questi sintomi, occorre modificare la nostra dieta. Le donne incinte sanno bene che è molto importante controllare la dieta alimentare durante il periodo di gestazione.

Vi proponiamo di seguito alcuni consigli sui cibi da evitare e quelli al contrario da preferire:

  • Cibi molto grassi, molto conditi e in generale che hanno bisogno di molto tempo per essere digeriti (ad esempio i fritti) sono da evitare;
  • Evitate di bere troppa acqua durante i pasti;
  • Preferite ai cibi grassi quelli ricchi di fibre alimentari, come verdura frutta e legumi.

Si tratta di consigli utili non solo per le donne in stato di gravidanza, ma per ognuno di noi.

Tuttavia, soprattutto per le gestanti, fare attenzione alla dieta alimentare aiuterà ad affrontare meglio il periodo di gestazione, senza ricorrere all’utilizzo di troppi farmaci.

Gaviscon è un farmaco che potremmo definire sicuro. Come visto in precedenza infatti, il suo utilizzo non sembra portare a delle conseguenze spiacevoli.

Tuttavia si tratta comunque di un medicinale, e se è possibile evitarne l’uso tanto meglio, specie in gravidanza.

Conclusioni

In questa breve guida abbiamo parlato di Gaviscon, in particolare dell’utilizzo di questo farmaco durante la gravidanza. Gaviscon è un farmaco molto utilizzato per il bruciore di stomaco, la nausea e il reflusso acido, sintomi tipici della gestazione.

Una donna incinta quindi, potrebbe essere tentata di utilizzare Gaviscon per alleviare i fastidiosi sintomi della gravidanza. Ma è sicuro utilizzare questo farmaco nel periodo di gestazione?

La risposta è sì. Al momento infatti non sembrano esserci delle controindicazioni a questo farmaco durante la gravidanza, tuttavia bisogna ricordare che si tratta comunque di un farmaco, e che come tale deve essere utilizzato con le dovute cautele.

Per le donne incinte, si consiglia di consultare comunque il ginecologo di riferimento, per capire se sia il caso di assumere Gaviscon e con quale dosaggio. Consultate sempre lo specialista, soprattutto per il dosaggio.

Sul foglietto illustrativo infatti, le dosi consigliate non si riferiscono alle donne incinte, ma in generale ad una persona adulta.

Gaviscon si può assumere a sciroppo oppure a bustine: è possibile evitare di assumere questo farmaco modificando la propria dieta alimentare. Bisogna infatti evitare, specie in gravidanza, tutti quei cibi che impiegano molto tempo per essere digeriti.

Evitate quindi di mangiare cibi grassi, molto conditi (ad esempio la frittura), preferendo invece cibi sani e ricchi di fibre alimentari come le verdure, la frutta e i legumi. Agire sulla dieta alimentare è un rimedio naturale per combattere bruciore di stomaco, nausea e reflusso acido.

Le donne incinte in particolare devono prestare attenzione alla dieta alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *