Globuli Bianchi Alti in Gravidanza: le Cause

Il periodo di gestazione è complesso e delicato per tutte le donne: sono tante le paure durante questa fase, una tra tutte quella di contrarre un’infezione, che potrebbe causare un esito degli esami che comporta globuli bianchi alti in gravidanza.

Per questo, nel periodo di gestazione, si fanno tanti e importanti esami, poichè il corpo femminile, durante i nove mesi, si trasforma. Questa trasformazione non riguarda solamente il rigonfiamento dell’addome, ma anche degli aspetti interni all’organismo.

Uno tra questi è l’aumento dei globuli bianchi, in particolare dei neutrofili. I neutrofili sono dei tipi di globuli bianchi e ne rappresentano la maggioranza.

L’aumento dei globuli bianchi è una condizione che coinvolge molte donne in stato di gravidanza.

In questa breve guida parleremo del perché ci sono i globuli bianchi alti in gravidanza e se questo è un fenomeno comune delle donne in stato interessante.

Daremo anche una breve descrizione di cosa sono i globuli bianchi e quale importante funzione svolgono nel nostro organismo.

Cosa sono i globuli bianchi e a che cosa servono?

I globuli bianchi, detti nel gergo medico leucociti o WBC, sono delle cellule del sangue. La loro funzione è estremamente importante, poiché servono per proteggere l’organismo dai virus e dai batteri: addirittura, possono proteggere il nostro corpo anche dalla nascita di cellule cancerogene.

Come detto nell’introduzione, capita spesso che i globuli bianchi aumentino durante la gravidanza. Se questo aumento non è considerevole e rientra in determinati limiti, non c’è motivo di preoccuparsi.

Durante la fase di gestazione infatti, il corpo della donna è più vulnerabile e cerca quindi di proteggersi anticipando eventuali complicazioni.

Vediamo di seguito qual è la causa dei globuli bianchi alti in gravidanza, facendo un confronto tra i globuli bianchi di una donna incinta e quelli di una donna non in stato interessante.

Vedrete l’enorme differenza in fatto di numeri, dovuta proprio al cambiamento del corpo della gestante.

Perché i globuli bianchi aumentano durante la gravidanza?

Neutrofili alti, neutrofili bassi: come mai mutano questi valori? I neutrofili, particolari tipi di globuli bianchi, durante la gravidanza aumentano. Questo fenomeno è del tutto normale. Questo tipo di globuli bianchi infatti, aiuta le donne a eliminare molti batteri che sono causa di patologie.

Generalmente, i globuli bianchi aumentano di numero quando è in atto un’infezione nell’organismo. Ma per le donne in stato di gravidanza questo aumento si verifica anche se non c’è effettivamente un’infezione.

Se parliamo di numeri, basti pensare che una donna non incinta possiede tra i 5.000 e i 10.000 globuli bianchi per millimetro cubo.

Questo valore diventa più alto durante una gravidanza, fino ad arrivare ai 20.000-30.000 globuli bianchi durante la fase del travaglio: l’aumento dei globuli bianchi in gravidanza quindi aiuta a proteggere il feto da eventuali infezioni.

Il corpo della donna innalza una sorta di barriera protettiva, tramite l’aumento dei globuli bianchi, per proteggere sia la madre che il figlio.

Durante il periodo di gestazione i globuli bianchi aumenteranno progressivamente, fino ad arrivare al punto massimo rappresentato dal travaglio, un momento estremamente delicato.

Tuttavia, se è vero che da una parte questo fenomeno è del tutto naturale durante la gravidanza, è anche vero che l’aumento dei globuli bianchi potrebbe derivare comunque da un’infezione in corso:non bisogna quindi abbassare la guardia.

Vediamo quali sono le infezioni che potrebbero portare all’aumento dei globuli bianchi durante la gravidanza.

Quando i globuli bianchi alti derivano da un’infezione?

Come abbiamo detto in precedenza, la funzione primaria dei globuli bianchi è quella di contrastare eventuali infezioni. Come fanno i globuli bianchi a contrastare batteri e virus nocivi? Semplice, aumentando di numero.

Durante la gravidanza i globuli bianchi aumentano comunque, per proteggere meglio il corpo da eventuali infezioni.

Tuttavia l’aumento dei globuli bianchi in gravidanza potrebbe derivare non da una normale procedura di auto protezione del corpo, ma da una effettiva presenza di batteri e virus nocivi.

Occorre fare degli esami per stabilire se c’è effettivamente un’infezione in corso. Si può capire se c’è un’infezione nell’organismo da una serie di fattori: la presenza di febbre alta, globuli bianchi nelle urine e tachicardia.

Infezioni comuni nelle donne in gravidanza sono quelle urinarie. Altra causa potrebbero essere le allergie, in ogni caso, occorre chiedere il parere del medico e procedere a degli esami accurati, che in gravidanza non sono mai troppi.

Non si può infatti attribuire l’aumento dei globuli bianchi in gravidanza esclusivamente allo stato interessante della paziente. Si rischia in questo caso di lasciare all’infezione il tempo di progredire.

Conclusioni

In questa breve guida abbiamo parlato dei globuli bianchi alti in gravidanza: i globuli bianchi sono fondamentali per il nostro organismo perché ci proteggono da eventuali virus e batteri nocivi.

Se c’è un’infezione nel nostro organismo, il numero di queste cellule del sangue aumenta considerevolmente per eliminare i batteri e i virus, tuttavia, l’aumento dei globuli bianchi è una condizione comune nelle donne in gravidanza.

In questo caso infatti, l’aumento non dipenderebbe da un’infezione in corso, ma sarebbe semplicemente una autoprotezione da parte del corpo della gestante.

Il periodo di gestazione infatti è molto delicato e complesso: per prevenire delle infezioni pericolose sia per la madre che per il bambino, i globuli bianchi aumentano di numero.

Il loro numero cresce progressivamente durante tutto il periodo della gravidanza, fino a raggiungere il loro massimo nel travaglio. A volte però, l’aumento dei globuli bianchi in gravidanza dipende effettivamente da un’infezione in corso.

Come possiamo capire se c’è un’infezione nell’organismo? Innanzitutto occorre fare degli esami accurati, su consiglio del proprio medico di fiducia.

Possiamo tuttavia ipotizzare la presenza di virus o batteri da alcuni fattori: la febbre, la presenza di globuli bianchi nelle urine e la tachicardia.

In conclusione, i globuli bianchi alti in gravidanza sono un fenomeno del tutto normale. Tuttavia non bisogna escludere a priori la presenza di un’infezione.

Il controllo del numero di globuli bianchi dovrebbe avvenire ogni 3 mesi, durante tutto il periodo della gestazione. Controllate insieme al vostro medico di fiducia l’andamento dei globuli bianchi e assicuratevi che esso non derivi dalla presenza di batteri e virus nell’organismo. Bisogna infatti evitare che l’infezione abbia il tempo di progredire.

Ricordiamo che una delle infezioni più comuni nelle donne in stato interessante è quella urinaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *