Macchie Rosse Sulla Pelle e Prurito – Quando allarmarsi

Vi è mai capitatodi svegliarvi una mattina e scoprire casualmente una macchia o una serie di macchie rosse sulla pelle? Sicuramente a molti di voi è successo.

Capita spesso infatti, di avere delle forme di irritazione sulla pelle, delle quali non si conosce l’origine o quando sono comparse per la prima volta.

La pelle è come un impermeabile, ci protegge dai batteri cattivi esterni, e come tale deve essere curata e idratata.

Tuttavia, a differenza dell’impermeabile, la nostra pelle non è invincibile, e ha bisogno del nostro aiuto per poter continuare a svolgere il suo compito protettivo.

Quando compaiono puntini rossini rossi sulla pelle o macchie rosse sulla pelle, significa che la nostra protezione dai batteri ha qualcosa che non va.

Ma niente allarmismi: si tratta, nella maggior parte dei casi, delle forme più comuni di disturbi alla pelle, e come tali possono essere facilmente risolti con le giuste cure.

Bisogna innanzitutto scoprire qual è la causa che ha portato a questi segni della pelle: in questa breve guida parleremo proprio dei puntini e delle macchie rosse sulla pelle, quali sono le loro cause e come curarli.

Daremo inoltre dei consigli su come alleviare il prurito, spesso conseguenza di un’irritazione cutanea.

Continuate a leggere!

Che aspetto hanno questi disturbi della pelle?

Come suggeriscono le parole stesse, i puntini e le macchie sono piccole imperfezioni di colore rosso.

A seconda della causa e del tipo di irritazione cutanea, è possibile riscontrare sulla pelle dei piccoli punti, oppure una macchia omogenea dalla forma arrotondata.

Varia anche il colore rosso: generalmente, i punti sono di una tonalità tendente quasi al rosa, mentre le macchie risultano di un colore rosso più acceso.

Non sempre la comparsa di questi disturbi è un male, anzi. Con la comparsa di questi difetti, la pelle ci sta segnalando che qualcosa non va. In questo modo, si può subito procedere con ulteriori analisi per scoprirne la causa e la cura.

Vediamo ora quali sono le cause più comuni, e meno preoccupanti, di questi disturbi della pelle.

Quando non preoccuparsi per le macchie sulla pelle

Il disturbo più banale se vogliamo, ma che crea comunque dei problemi, soprattutto estetici, alla persona, è il cosiddetto acne.

Tutti noi lo conosciamo, si tratta della presenza di brufoli, in particolare sulla zona del viso, ma si possono trovare anche sulle spalle, sulla schiena e sul petto.

Oltre alla presenza dei brufoli, l’acne ha come effetto anche una pelle grassa, ossia che appare untuosa e lucida. Purtroppo si tratta di una malattia perenne della pelle, ma che tuttavia può essere ridimensionata con delle creme o un’alimentazione sana.

Altra causa che porta alla comparsa di questi disturbi della pelle è il caldo: il caldo estivo potrebbe portare ad una dermatite da sudore, cioè un arrossamento della pelle dovuto al sudore eccessivo.

In questo caso, compaiono delle macchie rosse che provocano molto prurito, sulla zona delle ascelle, dell’inguine, del petto e della schiena, tutte quelle zone quindi dove si concentra di più il sudore.

Se esponete la vostra pelle per troppo tempo al sole, in particolare senza utilizzare le creme solari protettive, rischiate di avere un eritema solare, cioè un arrossamento della pelle molto fastidioso perché provoca molto prurito.

Se state assumendo dei farmaci e nel giro di pochi giorni vedete comparire sulla pelle delle macchie rosse simili a lividi, significa che siete allergici a questi medicinali.

In tal caso, se smettete subito di assumere il farmaco che crea allergia (sempre sotto il consiglio del medico), le macchie dovrebbero scomparire da sole.

Altra cosa è l’allergia ad un alimento. In questo caso infatti, si dovrebbe eliminare dalla propria dieta quell’alimento che provoca delle macchie sulla pelle.

Ma come si riconosce l’alimento al quale siamo allergici? Basta sottoporsi a dei test sulla pelle per capire da quale ingrediente nasce l’allergia e la conseguente irritazione cutanea.

Generalmente, gli alimenti che possono causare allergie sono latte e latticini, frutta secca, pomodori, uova.

Infine, un disturbo comune è il cosiddetto angioma ciliegia: viene chiamato così perché le macchie che si formano sulla pelle sono arrotondate, lisce ed hanno un colore simile a quello delle ciliegie. Non è assolutamente dannoso per il nostro corpo.

Quando c’è da preoccuparsi

Purtroppo non tutte le macchie che compaiono sulla pelle sono solo esteticamente brutte da vedere o causano prurito. Una macchia di forma strana, molto irregolare, e di colore rosso, potrebbe essere il primo segnale di un cancro alla pelle.

Tuttavia, prima di allarmarsi o fare delle diagnosi da soli, è bene consultare quanto prima uno specialista, un dermatologo. Con la visita dermatologica e altri esami di approfondimento, si capirà l’origine della macchia.

È bene sempre rivolgersi allo specialista quando compaiono delle macchie che non potrebbero essere causa di allergia ai farmaci (perché non state assumendo alcun medicinale al momento), o causa di allergie agli alimenti (perché avete già fatto tutti i test) o di irritazioni alla pelle.

Come combattere il prurito

Oltre al fatto di essere antiestetici, i puntini rossi o le macchioline sul viso e sulla pelle provocano spesso un fastidioso prurito.

La tendenza è quella di grattarsi, ma questo non è un bene, anzi. L’irritazione della pelle potrebbe aumentare, nel caso in cui grattaste sempre la zona arrossata.

Per alleviare il prurito, il consiglio è quello di applicare dell’acqua fredda o del ghiaccio, se preferite il rimedio naturale, oppure acquistare delle creme specifiche.

Bisogna aggiungere che questo fastidioso disturbo potrebbe dipendere non solo da un’irritazione cutanea, ma anche da altre cause.

Una tra queste è il prurito derivante dallo stress e dall’ansia. Questi stati psicologici infatti, portano, tra gli altri, ad un malessere della pelle e conseguente prurito.

Se invece non si riscontrano disturbi sulla pelle, il prurito potrebbe derivare da malattie al fegato o ai reni, o malattie al sangue.

Conclusioni

In questa breve guida abbiamo parlato dei puntini rossi e delle macchie rosse che possono comparire sulla nostra pelle.

Molte cause che provocano questi disturbi alla pelle non sono da considerarsi pericolose: è il caso questo, per esempio, dell’acne, brufoli che colpiscono soprattutto gli adolescenti.

Non ci si deve preoccupare troppo neanche nel caso in cui aveste una dermatite da sudore o un eritema solare, molto frequenti d’estate. Anche l’angioma ciliegia, formato da macchie rosse, non è dannoso per il nostro corpo.

Tuttavia, ci sono i casi in cui bisogna approfondire subito e con particolare attenzione la causa della comparsa di macchie, specie se sono di forma irregolare e strane anche nel colore.

Questo vale sia per le macchie rosse sul corpo, che per i nei rossi. In tal caso infatti, la causa potrebbe essere un cancro alla pelle. È bene comunque non procedere nella diagnosi da soli, ma consultare subito il dermatologo.

Molto spesso le macchie e i punti rossi sono accompagnati da un fastidioso prurito: in questo caso, per alleviare il prurito si può applicare del ghiaccio o dell’acqua fredda sulla zona interessata, o applicare delle creme specifiche per questo disturbo.

Ricordiamo che il prurito può avere altre cause, oltre allo sfogo cutaneo.

In ogni caso, se doveste accorgervi di una macchia o un puntino sulla pelle che prima non c’era, chiedete un parere al vostro medico.

Un’ultima conclusione: se riscontrate macchie rosse sul glande o in generale macchie rosse sul pene oltre al dermatologo consultate un andrologo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *