Perdite Rosa Prima del Ciclo: le Cause e Consigli per l’Igiene Intima

Noi donne sappiamo bene che le perdite vaginali non si verificano solo durante le mestruazioni: in questo periodo le perdite hanno un forte colore rosso per via della presenza di sangue, tuttavia esistono anche secrezioni vaginali di altri colori, come rosa, marrone, giallognolo, bianco.

Capita spesso di avere delle perdite rosa prima del ciclo, soprattutto prima del ciclo mestruale. Le perdite rosa si possono verificare durante il periodo dell’ovulazione o prima della mestruazione.

Queste perdite hanno questo colore perché al loro interno c’è una piccola quantità di sangue, ma attenzione: questo tipo di secrezioni vaginali non si verificano solo prima del ciclo o durante il periodo dell’ovulazione.

In questa breve guida parleremo proprio delle perdite rosa: quali sono le cause più frequenti e quelle meno comuni, e daremo anche alcuni consigli sull’igiene intima femminile. Continuiamo a leggere!

Cause frequenti delle perdite rosa

Vediamo insieme quali potrebbero essere le cause delle perdite rosa; alcune di esse sono più frequenti rispetto ad altre: un primo motivo, forse ovvio, è l’avvicinarsi della mestruazione.

Se infatti siamo vicine alla mestruazione, prima di avere perdite di sangue vere e proprie, possiamo avere una piccola anticipazione con le secrezioni vaginali rosa.

Il rosa, come detto anche nell’introduzione di questa guida, indica una piccola percentuale di sangue nelle perdite. Inoltre, consideriamo che anche in gravidanza possono verificarsi questo tipo di perdite: in particolare nei primi mesi della gestazione, tali secrezioni vaginali indicano il cambiamento dell’utero. Sono molte a scambiare queste perdite per ciclo, non accorgendosi della gravidanza.

Abbiamo appena detto che il motivo più comune delle perdite rosa è l’arrivo delle mestruazioni, ma anche durante la fase dell’ovulazione, quindi molto prima dell’inizio del prossimo ciclo, si possono verificare queste perdite.

Durante la fase dell’ovulazione, se le perdite hanno un colore rosa pallido, questo potrebbe essere anche il segnale di una gravidanza.

Se state assumendo la pillola contraccettiva, potreste avere queste perdite rosa: non è poco frequente infatti la comparsa di queste secrezioni vaginali rosa quando si comincia ad assumere la pillola contraccettiva.

Altra causa potrebbe essere un disturbo alimentare oppure un cattivo stile di vita, ad esempio poche ore di sonno notturno. Se stiamo vivendo un momento di grande stress, potremmo avere delle perdite rosa.

Queste sono le cause più frequenti, vediamo adesso quelle meno frequenti.

Vaginosi batterica: i sintomi

Un motivo meno frequente potrebbe essere la presenza di un’infezione, ad esempio la vaginosi batterica, ossia un’infezione vaginale molto diffusa tra le donne.

Rischiano di avere questo problema soprattutto le donne che utilizzano dei prodotti scadenti per l’igiene intima, l’utilizzo di antibiotici, alcuni contraccettivi come la spirale.

Uno dei sintomi più frequenti della vaginosi batterica è il cattivo odore vaginale: nel caso aveste questo tipo di infezione, è bene rivolgervi al medico per capire quale sarà il trattamento da adottare.

Cause preoccupanti delle perdite rosa

Le perdite rosa potrebbero anche essere la causa di problemi più gravi: per esempio, possono essere il segnale di cisti ovariche, di fibromi o di lesioni cancerose.

Prima di farsi prendere dal panico tuttavia, occorre consultare il medico e procedere a degli esami per capire la causa delle perdite.

Altri tipi di perdite vaginali

Abbiamo visto quali sono le cause delle perdite vaginali rosa, vediamo adesso brevemente quali potrebbero essere i motivi di perdite di diverso colore.

Le perdite bianche e trasparenti sono innocue e si verificano durante l’ovulazione, in caso di eccitamento sessuale o in gravidanza.

Se le secrezioni vaginali bianche sono particolarmente dense, potrebbero essere sintomo di un’infezione, in particolare della candida.

La candida è un’infezione causata da un fungo che può provocare, oltre al prurito, anche delle perdite vaginali.

Anche le perdite giallognole possono essere la causa di un’infezione, mentre il colore marrone invece è presente nelle perdite con sangue scuro: spesso possiamo riscontrarle subito dopo la mestruazione.

Le perdite marroni possono derivare anche da disturbi dell’alimentazione, come anoressia, bulimia e obesità, nonché dall’uso di contraccettivi.

Le secrezioni vaginali tra il verde e il giallo, schiumose, possono indicare un’infezione sessuale molto frequente, la tricomoniasi. Il problema può essere risolto con un antibiotico, sotto il consiglio del medico o del ginecologo.

Consigli per l’igiene intima femminile

Molto spesso le infezioni alla vagina derivano da una cattiva igiene. In commercio ci sono molti saponi per l’igiene intima, ma non tutti sono adatti e alcuni possono addirittura provocare delle irritazioni.

Bisogna lavarsi una volta al giorno. È consigliato lavarsi anche dopo un rapporto sessuale. Riguardo ai detergenti intimi, bisogna scegliere quelli con PH neutro.

È importante anche fare attenzione alla biancheria: meglio quella al 100% cotone che il materiale sintetico, ed è consigliato evitare anche pantaloni troppo stretti, in particolare jeans molto attillati.

In estate fate molta attenzione a non tenere il costume bagnato troppo a lungo.

Conclusioni

In questa breve guida abbiamo parlato delle perdite vaginali rosa: questo colore deriva dalla presenza di piccole quantità di sangue nelle secrezioni vaginali.

Le perdite rosa possono dipendere da molte cause, alcune più frequenti e innocue di altre. Innanzitutto possono anticipare la mestruazione, oppure verificarsi durante il periodo dell’ovulazione.

Anche in gravidanza possiamo avere queste secrezioni vaginali di colore rosa, soprattutto nei primi mesi di gravidanza, quandpossono verificarsi  tali perdite; spesso non si è a conoscenza della gravidanza proprio perché erroneamente si attribuiscono queste perdite rosa alla mestruazione.

L’uso della pillola contraccettiva può essere una causa frequente delle secrezioni vaginali di colore rosa, mentre un’altra causa frequente è un disturbo alimentare, lo stress e le poche ore di sonno.

Le perdite rosa potrebbero essere il sintomo di un’infezione in corso, in particolare della vaginosi batterica, patologia molto diffusa tra le donne e caratterizzata dal cattivo odore.

In questo caso è bene rivolgersi la medico per risolvere il problema. Nei casi più gravi, le perdite rosa potrebbero derivare da fibromi o lesioni cancerose.

Le secrezioni vaginali si possono presentare anche con colori diversi: bianche, giallognole, marroni e verdi. Quando sono bianche e particolarmente dense, ci potrebbe essere un’infezione provocata da un fungo, la candida.

In conclusione, se abbiamo delle perdite rosa non è il caso di allarmarsi, tuttavia se l’episodio è molto frequente si consiglia di consultare il proprio medico di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *