Biscotti per bambini: come fare la scelta giusta

Biscotti per bambini, quali scegliere? Per evitare allergie e possibili intolleranze quando si inizia lo svezzamento è bene fare attenzione alle etichette dei prodotti alimentari dedicati ai più piccoli per favorire così delle scelte di acquisto consapevoli da parte delle madri, in particolare quando si è alle prese con prodotti come i biscotti. Essi vanno scelti in base alla loro età, visto che attorno all’anno e mezzo non possono mangiare tutto, le stesse cautele devono essere prese quando sono più grandicelli anzi  sarebbe opportuno fargli acquisire delle sane abitudini di tipo dietetico-comportamentale proponendogli alimenti genuini, privi di conservanti ed additivi.

Come scegliere i biscotti da dare ai bambini

Nei comuni biscotti per bambini non sono presenti margarina e grassi idrogenati, sostituiti da oli vegetali, è importante quindi che venga riportata la dicitura “senza glutine, senza uova o senza burro”, per scongiurare così episodi di intolleranze o di allergie. Nei biscotti dell’infanzia si trova un maggiore apporto proteico ed un minore contenuto di grassi, o meglio l’integrazione proteica viene controbilanciata da una ridotta quantità di carboidrati; inoltre questi biscotti sono arricchiti con micronutrienti quali: vitamine del gruppo B per stimolare la crescita del piccolo intervenendo allo stesso tempo sul suo metabolismo; minerali tra cui calcio, sodio, ferro e zinco che contribuiscono allo sviluppo generale del suo corpo.

Leggi anche: Brodo vegetale per neonati: inizia lo svezzamento e Guida per l’alimentazione del neonato

In commercio si trovano davvero tanti biscotti per bambini prodotti dalle più note marche specializzate nella produzione di alimentazione per neonati e per bambini di pochi anni, ma è possibile realizzare anche in casa dei biscotti leggeri per bambini piccoli, prendendo spunto da alcune semplici ricette e ricordandosi di seguire degli accorgimenti. È possibile preparare dei dolci buoni e nutrienti da offrire al proprio bambino facendo attenzione agli ingredienti da utilizzare: per prima cosa, se si vogliono preparare in casa dei biscotti è bene evitare di adoperare le uova, in particolare se ancora non è stata fatta la prova della tolleranza del piccolo all’albume ed al tuorlo, è comunque possibile preparare un impasto ben amalgamato senza uova, inoltre è meglio adoperare l’olio di oliva al posto del burro, in quanto più leggero e facile da digeribile; si sconsiglia poi di adoperare il lievito chimico per la preparazione di dolci e biscotti da presentare ad un bimbo con meno di 10-12 mesi di età. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *