Come lavare i tappeti: consigli e tecniche

Dal momento che si raccolgono sulla loro superficie grandi quantità di polvere e sporco, è alquanto difficile pulire i tappeti accuratamente senza rovinarli. E’ importante, dunque, acquisire delle nozioni utili su come lavare i tappeti in maniera corretta, siano essi tappeti da bagno, da cucina o da salotto.

Per una pulizia quotidiana si può provvedere a togliere regolarmente la polvere e lo sporco adoperando il battitappeto, una scopa oppure passando l’aspirapolvere: si tratta di un rituale utile soprattutto se si è affetti da allergie agli acari della polvere. E’ bene poi sbatterli spesso e lasciarli all’aria aperta per farli arieggiare ed evitare che ammuffiscano.
Per un’igiene più approfondita è bene eseguire una pulitura più accurata dei tappeti usando degli specifici prodotti ed una pratica spazzola. Il trattamento dipende anche dai materiali con cui sono realizzati i tappeti, in particolare se si tratta di materiali di qualità  è bene fare attenzione alla detersione ed ai movimenti durante lo strofinamento della superficie. Tra i prodotti che possono essere utilizzati ci sono detergenti igienizzanti a base di ammoniaca, di trielina ma anche dei detersivi appositi, si raccomanda inoltre di diluirli con un po’ di acqua per rendere i prodotti meno aggressivi. 

Come lavare i tappeti a mano e in lavatrice: consigli per una corretta igienizzazione


I tappeti si possono lavare in lavatrice oppure, se avete un terrazzo ampio, potete lavarli manualmente servendovi di una pompa e di uno scopettone. Non tralasciate nemmeno l’igiene: potete usare o degli spy igienizzanti agli oli essenziali, che si comprano in farmacia e che sono buoni anche per gli ambienti e le tende, oppure l’aceto per aumentare la lucentezza.

Bisogna fare attenzione ai detergenti che si usano perchè alcuni sono aggressivi e possono danneggiare i nostri tappeti. Naturalmente è opportuno avere una maggiore cura delle tecniche di pulizia se ci si trova a dover trattare dei tappeti persiani, in tal caso si deve dapprima sbatterlo un paio di volte per eliminare gli accumuli di polvere e poi spazzolarlo per rimuovere le eventuali macchie che si sono formate sulla sua superficie.

Se, invece, in casa sono  presenti tappeti di cotone oppure di spugna basterà un lavaggio in lavatrice, oppure lasciarli in ammollo per qualche minuto in una bacinella piena d’acqua, dopo averli strizzati senza deformarli vanno lasciati ad asciugare all’aperto.

I tappeti in plastica possono essere lavati con acqua e degli sgrassatori e poi sfregarli con una spazzola per rimuovere eventuali incrostazioni, in seguito possono essere lasciati ad asciugare ed arieggiare distesi al sole. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *