Come pulire i vetri in modo naturale e senza aloni: consigli pratici

Tra i lavori domestici che richiedono più impegno ed attenzione, trattandosi di un’operazione lunga e meticolosa, è bene sapere come pulire i vetri senza aloni in maniera corretta ed ottimizzando al meglio il tempo a disposizione grazie a rimedi naturali e tecniche di organizzazione del lavoro domestico.

Di fatto, seguendo dei piccoli accorgimenti, questa pratica può diventare veloce e fluida, contribuendo ad ottimizzare i lavori relativi alle pulizie domestiche. E’ quindi opportuno partire dalla valutazione dello stato dei vetri prima di procedere con la pulizia: in base alla quantità di polvere e di residui presenti sulla superficie dei vetri si può valutare il particolare tipo di prodotto da adoperare.

Leggi anche: Come pulire la lavatrice: consigli pratici

Si raccomanda, inoltre, l’uso di diversi rimedi casalinghi a base di ingredienti naturali e tra i prodotti più indicati ci sono l’aceto ed il bicarbonato, che sono anche dei prodotti economici. Nel caso di eccessivo sporco si deve procedere gradualmente partendo da uno step preliminare che consiste nel prelavaggio, in tal caso si consiglia l’uso di un detersivo per i piatti oppure di ammoniaca da diluire con acqua tiepida senza eccedere nelle dosi; durante questo trattamento preventivo si può eventualmente spolverare il vetro con uno straccio e poi utilizzare una spugna  imbevuta con acqua tiepida. Dopo questa fase di pre trattamento si può procedere con la pulizia dei vetri con l’apposito detergente o con prodotti fatti in casa.

Come pulire i vetri: rimedi naturali e non

Per capire come pulire i vetri con ingredienti naturali si consiglia di diluire le soluzioni a base di aceto, ammoniaca, bicarbonato con acqua e poi versarle in contenitori dotati dell’apposito spruzzino, che permette di distribuire in modo uniforme il prodotto sulla superficie del vetro da lavare.  Se si vuole igienizzare in maniera più approfondita si può procedere ad una seconda fase di lavaggio adoperando anche un detergente ad hoc da distribuire accuratamente su tutta la superficie, quando però si utilizzano prodotti detergenti ed igienizzanti è necessario affidarsi ad un maggiore vigore per provvedere alla completa rimozione dalla superficie dei vetri del prodotto. Si possono in questo caso adoperare dei panni morbidi, oppure i fogli dei giornali, facendo attenzione ad eliminare gli eventuali aloni; un piccolo trucco utile per sopperire alla formazione di aloni che possono rimanere sul vetro dopo la pulizia della loro superficie. Inoltre si consiglia di non lavare mai i vetri delle finestre quando battono su di essi i raggi del sole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *