Miele rosato: un rimedio naturale contro il dolore alle gengive dei bambini

Il miele rosato può essere un buon alleato contro il dolore alle gengive dei bambini. Quando, infatti, tra il quinto e l’ottavo mese di vita, i bambini iniziano a mettere i dentini, molti (ma non accade proprio a tutti) accusano dolore alle gengive. Questo provoca, in genere, un’abbondante salivazione, la tendenza a voler mordere tutto, scarso appetito, poca voglia di dormire e un frequente stato di agitazione o nervosismo, e talvolta febbre, nonché la tendenza a fare spesso i capricci. Essendo, quella della dentizione, una fase inevitabile, c’è ben poco da fare, ma il miele rosato può comunque costituire un buon rimedio naturale per alleviare il fastidio gengivale, grazie alle sue proprietà emollienti.

Miele rosato: proprietà, controindicazioni e alternative

Il miele rosato è un prodotto terapeutico a base di miele ed estratto di rosa centifolia dalle proprietà emollienti ed astringenti, acquistabile in erboristeria o in farmacia. Per utilizzarlo al meglio se ne può spalmare una piccola quantità su una garza sterile da massaggiare poi sulle gengive del bambino. Averne un barattolo in casa può sempre tornare utile perché, essendo un ottimo cicatrizzante, si può utilizzare su ferite o taglietti, che i bambini si procurano molto facilmente.
Questo prodotto ha però delle controindicazioni perché, per la sua composizione zuccherina, può avere effetto cariogeno sui denti da latte. Il consiglio che possiamo darvi è, quindi, quello di non abusarne e di ricorrervi soltanto in casi estremi, quando il bimbo, ad esempio non riesce a chiudere occhio da giorni.
Miele rosato per i bambini

Ci sono, comunque,alternative che possono aiutare a lenire il dolore alle gengive. In commercio esistono giocattoli appositi in gomma morbida, contenenti un liquido refrigerante. Dopo averli tenuti in frigorifero per qualche ora, possiamo darli al nostro bambino, che, mordicchiandoli, ne trarrà sollievo proprio grazie all’azione disinfiammante e leggermente anestetica del freddo.In farmacia, inoltre, si possono acquistare delle creme dalla modesta azione anestetizzante che, spalmate in piccola quantità e con un leggero massaggio sulle gengive, riescono a ridurre la sensibilità nella zona e quindi il dolore.

Come preparare il miele rosato a casa

Il miele rosato si può preparare anche a casa, seguendo alcuni accorgimenti che ci assicureranno un prodotto debitamente depurato. Per ottenere 200 grammi di miele occorreranno 40 grammi di petali di rosa centifolia. Dunque, dopo aver sistemato tutti i petali di rosa in una ciotola di vetro, vi versiamo dell’acqua minerale naturale scaldata (ma non portata ad ebollizione), quanto basta a ricoprirli tutti. Copriamo il recipiente ed attendiamo almeno 24 ore, quindi filtriamo l’acqua su un panno di cotone pulito, strizzando bene i petali per carpirne tutte le proprietà. Mettiamo l’infuso ottenuto in un pentolino insieme a del miele d’acacia e facciamo cuocere a bagnomaria fino a far evaporare quasi tutta l’acqua. Per evitare, però, che il miele vada in ebollizione, è possibile far evaporare l’acqua mettendo un pentolino che non abbia manici in plastica nel forno ad una temperatura non superiore agli 80°-90°. Quindi possiamo riporre il miele rosato in un vasetto di vetro, possibilmente scuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *