Funghi in gravidanza: si possono mangiare?

I funghi sono uno degli ingredienti più importanti di tantissime ricette tradizionali e per questo motivo può capitarci, anche durante la gravidanza, di utilizzarli per i nostri manicaretti. Trattandosi di un cibo che da sempre (a causa della velenosità di alcune sue specie) è accompagnato da una certa dose di preoccupazioni, è bene valutare bene se sia il caso o meno di assumerne nel corso della gravidanza. Sì, perché la gestazione è un periodo particolarmente delicato della nostra vita e bisogna senza ombra di dubbio prestare attenzione a quello che si porta in tavola.

Si possono consumare i funghi durante la gravidanza? Oppure ci sono problemi particolari che dovrebbero interessarci prima di cucinarli o mangiarli? Vediamolo insieme.

I funghi vanno mangiati, sempre, solo se sicuri!

Quella dei funghi è una categoria merceologica piuttosto particolare e non solo durante la gravidanza. Quelli che infatti non sono sicuri, ovvero che provengono dal mercato parallelo (e quindi non certificato) oppure che sono stati raccolti da persone che non hanno la capacità di discernere quelli commestibili da quelli che non sono commestibili, non dovrebbero essere consumati da nessuno e non solo da chi sta affrontando una gravidanza. Per le specie invece riconosciute, che sono individuate da specialisti o che sono commercializzate attraverso i normali canali di vendita, possono essere consumate da tutti, compresa chi è gestante.Non esistono dunque, e lo vedremo più avanti, dei motivi per andare a rimuovere dalla nostra dieta durante la gravidanza i funghi, che anzi, come vedremo poco sotto, sono un alimento sul quale fare sicuramente affidamento.

Si possono mangiare i funghi in gravidanza?

I benefici dei funghi durante la gravidanza

I funghi sono un alimento sano, genuino e particolarmente adatto a chi sta affrontando una gravidanza. I motivi sono semplici da comprendere:

  • hanno un carico calorico estremamente basso, il che vuol dire poter mangiare qualcosa di gustoso senza avere la preoccupazione di prendere peso in eccesso, cosa che è di particolare importanza durante la gestazione, periodo durante il quale tendiamo a lasciarci andare e ad accumulare peso poi difficilissimo da perdere post-parto;
  • aggiungono varietà alla dieta, il che vuol dire poter portare piatti sempre gustosi in tavola, senza abbondare con spezie o alimenti difficili da digerire;
  • sono facili da digerire, e quindi vanno bene anche per chi, come le gestanti, hanno un apparato digerente che non funziona proprio al top;
  • hanno un ottimo profilo nutritivo, ricco di minerali come il potassio, che sono di enorme importanza per chi sta portando in grembo una nuova vita.

Come vedete i funghi non solo sono consentiti durante la gestazione, ma sono addirittura consigliati, in quanto alimento di base per una dieta durante la gravidanza che abbia tutti i crismi per aiutarci a rimanere in salute.

Che fare durante l’allattamento?

Anche durante l’allattamento non ci sono motivi per eliminare i funghi dalla nostra dieta. Non ci sono sostanze nocive che infatti possono essere trasferite al bambino per tramite del latte e non ci sono tossine, a patto che si tratti di funghi di origine certificata e controllata, che dovrebbero destare preoccupazioni.

I funghi sono un alimento sano, dunque, anche per chi allatta al seno e il consiglio di tutti i nutrizionisti è quello di farne incetta durante la gravidanza, grazie al loro profilo nutrizionale e gastronomico.

Qualche accorgimento in più

Chi voglia dormire sonni estremamente tranquilli, deve tenere a mente qualche piccolo trucco per rendere i funghi ancora più sicuri:

  • vanno lavati per bene, con l’aiuto di una spazzolina che elimini anche il più piccolo residuo di terra. La terra infatti è possibile portatrice di agenti patogeni importanti, su tutti la toxoplasmosi, che non vanno assolutamente ignorati durante la gravidanza;
  • vanno cotti, perché nel caso in cui ci fossero anche dei residui tossici a bassissimo potenziale, questi tendono a degradarsi con la cottura. Cuocerli in padella sarà più che sufficiente per immunizzare qualunque tipo di problema possano arrecare i funghi.

In conclusione, chi tratta i funghi con le dovute cautele può sicuramente consumarli durante la gravidanza: sono ipocalorici, gustosi, sani e sicuri. Perché mai rinunciarvi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *