Peli sul Seno: Cause e Rimedi. Come eliminarli in maniera efficace?

I peli sul seno e intorno ai capezzoli sono un fenomeno estetico piuttosto preoccupante per le donne, soprattutto considerando il fatto che la società è abituata ad associare la peluria con il sesso maschile. La comparsa di peli sul seno, il luogo per eccellenza della femminilità, assume dunque proporzioni che trascendono, di gran lunga, il livello di ragionevole preoccupazione. Per fortuna è stato da poco messo in commercio un prodotto, di cui ti parlerò, che può davvero darti una grossa mano per risolvere il problema.

Vediamo insieme da cosa può dipendere la presenza di peli sul seno, cosa può contribuire alla loro comparsa e qual è questo rimedio assolutamente innovativo che può fare al caso nostro se abbiamo dei peli sul seno.

È normale avere peli sul seno?

I peli sul seno sono in realtà una condizione molto normale per un enorme numero di donne, di qualunque etnia o provenienza. Crescono con la maggior frequenza intorno all’areola dei capezzoli anche se a volte potrebbero posizionarsi anche in altre zone della mammella.

In genere si tratta di fenomeni che sono da collegarsi alla presenza di squilibri ormonali o di rapidi cambiamenti dei livelli degli stessi, anche se questo non è sempre il caos.

In altri casi invece, la presenza di peli sul seno è assolutamente ingiustificata ed è segnale che qualcosa non va. Se i peli che si presentano sul vostro seno sono particolarmente spessi, con un tasso di crescita estremamente rapido, potrebbe esserci un problema sotteso di salute. Ne parleremo in modo più approfondito tra poco.

Le cause patologiche che possono portare alla presenza di peli sul seno

I peli possono crescere sui seni in presenza di diversi disturbi di carattere patologico, tutti i quasi relativi a patologie che sono direttamente collegate alla produzione di ormoni sessuali. Una crescita eccessiva di peli nella zona delle mammelle, può essere ricondotta alla presenza di diverse patologie, tra le quali compaiono:

  • sindrome di Cushing. Si tratta di un problema piuttosto raro, che è collegato alla presenza di livelli molto alti di un particolare ormone, il cortisolo. Le cause possono essere tra le più diverse, come l’utilizzo eccessivo di medicinali che contengono steroidi, oppure la presenza di tumori di tino endocrino o linfatico. Se il vostro petto assomiglia sempre di più a quello di un uomo, potrebbe essere il caso di contattare il vostro medico, dato che potremmo essere in presenza proprio della sindrome di cui abbiamo parlato poco fa.
  • anche la sindrome da ovaio policistico può essere responsabile della crescita di peli, non solo nella zona intorno ai capezzoli, ma anche su tutto il petto e l’addome. Si tratta di una problematica molto comune, che colpisce circa una donna su quindici in età fertile. I peli sono soltanto uno dei sintomi che possono far pensare alla comparsa di questo disturbo.

Le cause non patologiche della comparsa di peli sul seno

Come abbiamo anticipato poco sopra, non ci sono soltanto cause di tipo patologico che possono portare alla comparsa di peli sul petto e sui capezzoli. Oltre ai problemi sopracitati, che possono essere di natura patologica, ci sono anche cambiamenti dei livelli ormonali che possono avere, come reazione principale, quella di far crescere peli, nello specifico sull’area intorno ai capezzoli.

In genere si tratta di modificazioni ormonali che sono riconducibili a periodi particolari della vita:

  • il ciclo mestruale causa alterazioni nei livelli di ormoni lungo l’arco del tempo e può essere responsabile della comparsa dei tanto odiati peli;
  • l’utilizzo della pillola anticoncezionale, a prescindere da quale sia il dosaggio, può portare a problemi analoghi;
  • anche la menopausa può portare alla crescita di peli sul petto delle donne, anche se in genere si tratta di un problema che si limita alle prime fasi di aggiustamento del nostro corpo;
  • la gravidanza, e soprattutto il termine della stessa, può esprimersi anche lungo queste note, ovvero aumentando la presenza di peluria, anche sulla parte superiore dell’addome e sull’areola dei capezzoli.

In questi casi non c’è poi molto da fare, se non agire per la rimozione degli stessi.

Quando si parla di irsutismo?

Nel caso in cui la presenza di peli sul seno non sia saltuaria e ci ritrovassimo invece con una peluria diffusa, potremmo essere state colpite da irsutismo. La trattazione di questa problema trascende gli scopi più diretti di questo articolo, ma è sicuramente indicato tenerlo in debita considerazione, soprattutto se il problema dei peli è diffuso su tutto il torace e su tutto il seno, senza essere concentrato solo in prossimità dei capezzoli.

Certo, ci sono diversi gradi di irsutismo, ma la concentrazione dei peli intorno ai capezzoli dovrebbe permettere di escludere questa patologia tra le possibili cause della presenza di peli sul nostro seno.
Le cause dell’irsutismo sono in gran parte condivise con la lista che abbiamo elencato poco sopra. Un percorso diagnostico appropriato sarà teso, comunque, anche a ravvisare l’eventuale presenza di irsutismo.

Come rimuoverli?

Trattandosi di una zona particolarmente delicata del nostro corpo, è più che normale chiedersi se sia il caso di andare a rimuovere i peli in questione, oppure se sia invece vero il contrario, ovvero che sia meglio lasciarli lì.

Sì, è vero, si tratta di una zona delicata del nostro corpo, ma non per questo non possiamo andare a rimuovere i peli che ci danno tanto fastidio. Le modalità con cui non eliminare ASSOLUTAMENTE i peli sono:

  1. La pinzetta: la pelle che circonda il seno è molto delicata e lo strappo con la pinzetta potrebbe causare la comparsa di piccole cisti in prossimità del bulbo pilifero oltre che dei micro coaguli che possono aprire la strada a pericolose infezioni. Meglio posare la pinzetta!
  2. La ceretta: soluzione assurda ed impraticabile per una zona così delicata. Oltre alla formazione di fastidiosi puntini rossi, il rischio è che si creino delle lacerazioni sottocutanee che fanno diventare il seno cadente alterandone la forma.

È, inoltre, piuttosto sconsigliabile procedere con le lamette (la superficie irregolare delle areole rende particolarmente difficile operare in sicurezza). Si tratta di metodi che sebbene siano estremamente pratici per le gambe e per il pube, non sono assolutamente appropriati però per l’area del seno.

Il rimedio che funziona: Flawless

Per fortuna che non è tutto perduto ed un modo efficace per rimuovere i peli sul seno (e non solo) esiste ed è realtà. Si tratta di Flawless, un innovativo e rivoluzionario depilatore portatile che grazie alla presenza di una luce a diodo (quindi non laser!) riesce a “bruciare” il pelo e rallentare il processo di ricrescita.

Vantaggi: 

  • Sicuro ed Efficace
  • Discreto: si può portare tranquillamente in borsa ed utilizzarlo all'occorrenza
  • Si può utilizzare per depilare anche altre parti del corpo delicate e critiche come mento, peluria sul viso e collo
  • Funziona a batteria quindi non è necessario avere a disposizione una presa elettrica

>> Ordina Subito Flawless in Offerta Promozionale! <<

Un attentato alla femminilità…ma c’è da preoccuparsi?

Secoli di pratiche epilatorie “imposte” alle donne hanno reso i peli uno dei principali nemici della femminilità. In una cultura e in una situazione dove la peluria femminile fosse riconosciuta per quello che è, ovvero una banalità biologica, i pochi peli in genere presenti sul seno non desterebbero alcun tipo di preoccupazione.

L’ossessione per i colpi glabri femminili, che negli anni scorsi ha colpito anche zone che erano state storicamente escluse come il pube, ha portato il problema estetico dei peli sul seno a diventare una questione di radicale importanza non solo per piacere agli altri, ma anche per piacersi a se stesse.
Il modo giusto di operare è di prenderli però per quelli che sono, rimuoverli quando sia possibile da sole o anche con l’aiuto di un professionista e, nel caso in cui dovessero cominciare a crescere in numeri e proporzioni ingenti, ricorrere all’aiuto del medico per individuare eventuali profili di problematicità legati al problema in questione.

Non si tratta comunque di un problema da fine del mondo, e anche nel caso in cui dovessero dare fastidio al vostro compagno, il percorso più intelligente e maturo è quello di parlarne e, nel caso in cui anche voi foste d’accordo, rimuoverli.

Anche le donne hanno peli e sebbene si presentino ai compagni sempre magicamente glabre, sanno bene che rimuoverli comporta lunghe sedute dall’estetista. Non avere paura dei peli, non esserne disgustate e non sentirsi poco femminili quando compaiono in zone tipicamente maschili, non deve essere assolutamente fonte di preoccupazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *