Mestruazioni in gravidanza: falso ciclo, che cos’è? Guida definitiva

Sulle mestruazioni in gravidanza, in giro, c’è molto caos e confusione. Cerchiamo di fare chiarezza insieme con un articolo semplice ed esplicativo che abbiamo preparato per voi. Una delle domande che molte donne si pongono è: si possono avere le mestruazioni in gravidanza? Molte donne ammettono di aver avuto il ciclo mestruale durante tutti i nove mesi di gestazione, altre dicono di aver avuto sanguinamento durante le primissime fasi della gravidanza ma che poi sia scomparso. Cosa c’è di realmente vero in tutto ciò? Innanzitutto, iniziamo col dire che il ciclo mestruale se si è in stato interessante è assente e anche per un motivo molto semplice: le mestruazioni sono il frutto dello sfaldamento della parete uterina che in caso di gravidanza ospita il feto in accrescimento.
Dunque se si sfaldasse si assisterebbe ad un aborto spontaneo. Tuttavia, esistono numerosi casi in cui la donna afferma di avere le mestruazioni in gravidanza, ma in realtà si sta confondendo perché le perdite che ha non hanno nulla a che vedere con il classico ciclo mestruale caratterizzato spesso da un flusso più o meno abbondante che dura vari giorni. Inoltre, dobbiamo considerare che le prime fasi iniziali della gestazione sono caratterizzate dai sintomi precoci da gravidanza ovvero le perdite da impianto che vengono chiamate anche “falso ciclo”. Tuttavia, se abbiamo effettuato un test di gravidanza che è risultato essere positivo e dopo poco tempo arriva il ciclo mestruale è normale che la donna possa essere molto turbata da questa situazione. Pertanto, occorre fare chiarezza e provare a capire per bene il fenomeno: cosa che faremo nel corso di questo articolo.
Falso ciclo: mestruazioni in gravidanza, come riconoscerlo?

Come si riconoscono queste “finte” mestruazioni?

Normalmente la mestruazione sta ad indicare la mancata fecondazione dell’ovulo e lo sfaldamento delle parete uterina. E’ preceduta dai classici sintomi della sindrome premestruale caratterizzata da: gonfiore generale, nervosismo, irritabilità, cambiamento di umore. Inizia il suo esordio con flusso leggero con qualche piccola perdita rosa chiaro, aumenta nei giorni centrali per poi diminuire verso la fine e lasciare libera la cavità uterina mentre gli estrogeni iniziano a salire pian piano per promuovere una nuova ovulazione e ricominciare il ciclo. Spesso il ciclo mestruale è accompagnato da dolore, la dismenorrea, che limita molto spesso le normali attività quotidiane della donna.
Le perdite ematiche in gravidanza, invece, pur presentandosi molto spesso nei giorni previsti dal ciclo, non possono avere questo tipo di andamento in quanto ci troviamo difronte ad uno stravolgimento ormonale marcato. Solitamente sono caratterizzate da perdite più scarse, raramente abbondanti, irregolari e non vengono seguite da una riduzione del senso di gonfiore bensì da un aumento. Queste finte mestruazionipossono verificarsi soprattutto durante il primo e il secondo trimestre trimestre di gravidanza per poi scomparire quasi del tutto. Una cosa importante da fare è capire se queste perdite rappresentano una minaccia di aborto oppure no. Per farlo è necessario chiedere il parere del ginecologo, il quale attraverso un’ecografia e una visita di controllo accerterà la natura di queste perdite di sangue. Una volta accertato che tutto sia nella norma, basterà avere un pò di pazienza e aspettare che queste perdite scompaiano da sole.

Perché vengono le mestruazioni in gravidanza?

Poiché la gravidanza rappresenta la fecondazione di un ovulo, parlare di mestruazioni in gravidanza non è corretto in quanto esse rappresentano l’esatto contrario, ovvero l’assenza di fecondazione. Invece è più preciso parlare di emorragia o sanguinamento deciduale. Gli estrogeni ed il progesterone (che circolano in grosse quantità in gravidanza) tendono ad aumentare progressivamente nel corso della gestazione per conservare l’endometrio, preparare la ghiandola mammaria alla lattazione ed impedire lo sviluppo di nuovi follicoli ovarici. Il corpo della donna potrebbe non essere predisposto a questi repentini aumenti di ormonali nel sangue e rispondere con questi sanguinamenti: un pò quello che accade quando si inizia una terapia anticoncezionale. Una volta che il corpo avverte come “normali” quelle concentrazioni di ormoni, la situazione rientra nella normalità. 

2 commenti

  1. Sono 1 sеsttimana che navigo e il tuuo articolo è l’unica
    cosa аpprezzabile che vеdo. Davvero interesѕante.
    Se tutte le persone che creano pagine web ƅadasssеro
    a offriгe mateгiale іnterеssante come questo internet sarebbe indubbiamente più facle da leggere.
    Grazie!!!

  2. Ho bisogno di un consiglio,ieri ho effettuato il test di gravidanza,risultato positivo!Premetto che ho avuto ciclo sempre regolare di 28 giorni,ieri dopo 8 giorni di ritardo,mi sono decisa…e poi il bel risultato!Questa mattina,mi sono svegliata e ho notato qualche perdita….ma non sembrano proprio mestruazioni,anche perché il sono sempre stata abbondante sin dal primo giorno…..sono un po’ preoccupata….😔😔😔

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *