Come pulire il camoscio: consigli e rimedi casalinghi

Il camoscio è uno dei diversi tipi di tessuto molto apprezzato soprattutto dalle donne in quanto si possono realizzare scarpe, cinture, borse e giacche vintage. Questo tipo di tessuto tende ad accumulare polvere e a macchiarsi facilmente con la pioggia. Infatti, il camoscio va trattato con una certa cura per evitare che si rovini e danneggi in maniera irreversibile. Come va pulito il camoscio? Per imparare apulire il camoscio in maniera opportuna è necessario usare degli specifici prodotti per la pulizia del suddetto tessuto in modo tale da non rovinarlo. In particolare, se si riscontrano delle macchie sulla superficie di cappotti o scarpe è meglio tenere in considerazione alcune piccole accortezze: evitate di sfregare il tessuto con spazzole aggressive altrimenti il tessuto tende a sfibrarsi e non mettere il tessuto in acqua. Se invece avete la necessità di lavare e pulire il camoscio, il quale tende a macchiarsi facilmente con la pioggia, è bene non azzardarsi a fare da se ma affidare il capo alle mani esperte di una lavanderia. Quest’ultima, tratterà il vostro capo con opportune spazzole sintetiche caratterizzate da setoline centrali in setola ed altre laterali in gomma che facilitano la rimozione delle macchie senza danneggiare il capo. Per trattare questo tessuto in presenza di piccole macchie è possibile eseguire dei movimenti circolari. Il vantaggio di utilizzare questo tipo di spazzole sta nel fatto che esse servono anche a riavvivare il tessuto e farlo sembrare nuovo. 

Pulire il camoscio: il modo migliore per pulire le scarpe


Particolare cura deve essere riservata soprattutto se si hanno delle scarpe di camoscio, visto che esse tendono facilmente a sporcarsi e macchiarsi. Per pulire le scarpe di camoscio è opportuno adoperare una specifica spazzola  con setole in gomma. Le scarpe in camoscio si sporcano molto facilmente: basta camminare in una zona polverosa oppure trovarsi all’improvviso sotto la pioggia.
Tuttavia, lo spazzolamento dei capi in camoscio è consigliato ogni volta che lo si indossa eseguendo movimenti dall’alto verso il basso e poi viceversa per rimuovere così la polvere che si deposita con grande facilità nelle fibre del camoscio. In alternativa, si può anche usare la camoscina, un prodotto disponibile in varie tonalità che può essere impiegato per ravvivare il colore questo pellame dalla texture delicata.

Leggi anche: Cerchi un modo semplice per pulire il parquet? Leggi i nostri consigli 

In presenza di vistose macchie di polvere, poi, si può far ricorso ad un pratico rimedio casalingo che consiste nell’usare una piccola goccia di shampoo neutro diluita con acqua tiepida con cui strofinare la superficie adoperando un panno di cotone ed effettuando leggeri movimenti rotatori; oppure, si può detergere il camoscio con un batuffolo di cotone imbevuto di latte in modo che penetri sulla macchia e attendere che si asciughi per poi eventualmente ripetere l’operazione. Il rimedio migliore per non rovinare il camoscio è quello di non indossarlo se ci si reca in luogo polveroso oppure se piove. Stiamo parlando veramente di un tessuto in circolazione fra i più delicati da indossare per questo c’è bisogno di molta cura per mantenerlo più bello a lungo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *