Tutto sulla gravidanza: come cambia il corpo femminile?

Volete sapere tutto ma proprio tutto sulla gravidanza? Finalmente il test di gravidanza ha dato esito positivo: siete incinte! Il periodo più intenso ed emozionante sta per iniziare e non vedete l’ora di tenere tra le braccia il vostro cucciolo. Prima di poterlo fare, però,  dovranno passare circa 9 mesi di gestazione in cui dovrete affrontare anche importanti cambiamenti sia dal punto psicologico sia dal punto di vista del fisico. E sarà proprio quest’ultimo l’argomento che andremo a trattare oggi, cercando di approfondirne alcuni aspetti.

Tutto Donna è molto sensibile al tema: nella sezione dedicata alla gestazione potete leggere tanti nostri articoli con consigli e guide pratiche per migliorare il benessere proprio e del bambino che si porta in grembo.

Gravidanza, tutto quello che c'è da sapere

Tutto sulla gravidanza: cosa sta per cambiare?

La gioia dell’attesa è quasi sempre accompagnata da paure e ansie più che lecite: in fondo ogni gravidanza è differente l’una dall’altra ed è del tutto normale ritrovarsi in balia di pensieri e di dubbi riguardanti la trasformazione del proprio corpo: la gestazione dura in media 40 settimane, circa 9 mesi in cui il bambino si forma e cresce all’interno dell’utero femminile.

Leggi anche: Perdite da impianto, quando? – Mestruazioni in gravidanza, falso ciclo, che cos’è?

Fin dalle prime settimane il seno acquista volume e diventa più turgido, le ossa del bacino e i fianchi si allargano leggermente man mano che il bambino cresce e la pancia comincerà a sporgere in maniera visibile.

A cosa è dovuta la crescita del pancione?

Quando parliamo di pancione in realtà intendiamo la crescita di un gran numero di organi che si ingrossano pian piano durante i 9 mesi per fare spazio al bambino. Inizialmente l’utero misura circa  8 cm e al termine della gravidanza ha aumentato il suo volume circa 500/1000 volte in più e se all’inizio ha un peso di circa 80 grammi al termine può pesare anche 1 Kg e mezzo.

Lo sviluppo dell’addome è dovuto principalmente all’incremento di volume dell’utero, alla presenza della placenta, del liquido amniotico e del feto. In più bisogna anche tener presente una fisiologica ritenzione idrica e l’aumento dei depositi adiposi necessari per garantire al bimbo un adeguato apporto  di nutrienti negli ultimi mesi di gestazione.
In molte gravidanze compare una linea sulla pancia dal colore scuro. E’ un fenomeno fisiologico dal nome “linea nigra”. E’ una macchia di colore scuro che si presenta come una linea verticale che compare in genere a partire dal secondo trimestre di gestazione  proprio sull’addome. Dalla larghezza di un centimetro circa si estende da sotto il seno fino al pube attraversando l’ombelico.
Ma da che cosa è causato questo fenomeno? E’ portato dall’azione degli ormoni estrogeni, i quali vanno a stimolare la produzione della melanina e dal fenomeno di iperpigmentazione che ne deriva viene fuori appunto la linea nigra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *