Come pulire il gres porcellanato: consigli pratici per pulizia ottimale

Per capire come pulire gres porcellanato in caso di presenza in casa di pavimentazioni realizzate con questo materiale è bene comprendere le sue specifiche caratteristiche che devono essere accuratamente conservate. Questo materiale è una ceramica compatta, che si ottiene a partire dalla combinazione di argille ceramiche, feldspati, caolini e sabbia. Dopo la fase di macinazione, esse vengono finemente atomizzate per assumere la consistenza di granulometria omogenea.  Si tratta, nello specifico, di una superficie che garantisce una buona resistenza in quanto la massa della piastrella è alquanto compatta e sicura, dal momento che la sua composizione con prevede sostanze dannose per la salute dell’uomo.

Se questa è la prima volta su Tutto Donna, cogliamo l’occasione per darvi il benvenuto sul nostro portale. La sezione dedicata alla casa contiene altri consigli pratici correlati. Se, invece, siete delle mamme, abbiamo articoli molto interessanti che riguardano i bambini, l’allattamento o la gravidanza.

Pochi consigli per pulire il gres porcellanato

Pulire il gres porcellanato: consigliPassando poi alla sua manutenzione, è necessario aver cura nella scelta dei detergenti e dei prodotti per la pulizia preferendo quelli dalla formulazione delicata, ecologica e specifica per il materiale ceramico. A lungo andare infatti l’uso intensivo di detergenti non adatti, come ad esempio quelli contenenti cere e additivi lucidanti, può causare dopo vari lavaggi una patina lucida a livello superficiale che finisce per alterare l’aspetto del  gres porcellanato che, progressivamente, va incontro ad usura, perdendo definitivamente le sue caratteristiche peculiari.

Leggi anche: Consigli per lucidare il marmo e Come pulire le zanzariere 

Per mantenere al meglio le qualità di questo materiale è bene tener conto di tutte le informazioni utili per pulire il gres porcellanato con lo scopo di conservare le caratteristiche della superficie. Il primo passo da compiere è quello di utilizzare dei prodotti ad hoc, in alternativa si può optare per la varechina e l’ammoniaca da diluire con acqua e poi procedere con un’accurata asciugatura del pavimento per evitare la formazione di aloni. Se sulla superficie si riscontrano delle macchie particolarmente ostinate, è opportuno  il trattamento di detergenti specifici per la pulizia di questo tipo di pavimentazione, per ottenere comunque un risultato più efficace si raccomanda di agire prontamente appena si forma la macchia, o meglio quando è ancora fresca: in tal modo la rimozione avviene in maniera più agevole. Si consiglia, anche in questo caso, l’uso di prodotti concentrati sulle macchie. Non va inoltre trascurata la scelta dei tessuti: è meglio orientarsi verso degli appositi stracci accuratamente strizzati, dopo essere stati immersi in acqua tiepida e detergente, ricordandosi di limitare la quantità d’acqua a contatto con la superficie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *