Come pulire l’acciaio in cucina: rimedi naturali e consigli

Pulire l’acciaio è fondamentale per poter garantire la massima igiene delle superfici presenti in cucina e dei comuni oggetti realizzati in questo materiale. Per lucidare a fondo l’acciaio si possono usare dei prodotti specifici che sono in grado di eliminare incrostazioni, aloni e macchie.
Quando si è in procinto di pulire e lucidare l’acciaio che si ha in casa si deve preservare la resistenza di questo materiale nei confronti della corrosione causata soprattutto dall’azione dell’acqua. Per rimuovere il calcareche tende a formarsi sull’acciaio è bene non utilizzare prodotti a base di candeggina oppure contenenti cloruri, vanno evitati anche i prodotti nella cui formulazione si trovano sostanze abrasive.

Leggi anche: Come pulire casa velocemente: ecco come organizzarsi

Per far risplendere le superfici d’acciaio, come ad esempio quelle del piano di cottura, si deve provvedere ad eliminare eventuali ossidazioni e bruciature: basterà utilizzare una soluzione a base di acqua tiepida e sapone per piatti oppure in alternativa si può adoperare un detergente liquido. In presenza poi di macchie più resistenti si può usare una soluzione a base di bicarbonato e di acqua calda da lasciar agire per qualche minuto prima di rimuoverla e sciacquare a fondo.

Rimedi naturali per pulire l’acciaio: i consigli di Tutto Donna

Rimedi naturali per pulire l'acciaio
Nella pulizia del lavandino in acciaio, se si vogliono mandare via aloni e formazioni di calcare, si può usare un prodotto naturale come il bicarbonato di sodio da miscelare con dell’acqua tiepida, dopo aver fatto agire il prodotto si può passare a lucidare la superficie passando un panno in microfibra.  Anche i rubinetti in acciaio possono essere puliti in maniera naturale seguendo dei pratici consigli di tipo casalingo, per cui per eliminare il calcare da queste superfici e farle tornare a brillare si può usare l’aceto bianco: si procede con il versare l’aceto su un panno in microfibra e poi lo si passa sui rubinetti da lucidare.

Anche le pentole e le posate possono tornare a risplendere se si apprendono dei piccoli accorgimenti utili. Dopo aver caricato i cestelli della lavastoviglie con pentole e posate si deve spruzzare un po’ d’aceto sulla superficie di ciascun oggetto e programmare il lavaggio. Al termine del lavaggio si deve provvedere ad eliminare eventuali aloni utilizzando un panno asciutto in modo da lucidare ciascun oggetto lavato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *