Simboli lavaggio: imparare a leggere le etichette per non rovinare i capi d’abbigliamento

È arrivato il momento di fare la lavatrice, ma attenzione: i simboli presenti sulle etichette dei vostri vestiti vi sembrano arabo e voi non avete la più pallida idea di cosa dovete fare. Questa situazione è molto comune tra coloro che non sono soliti fare lavaggi con la lavatrice. Tuttavia non è assolutamente un problema, né un ostacolo insormontabile: oggi vi aiuteremo a scoprire cosa significano tutti quei piccoli simboli che leggete quotidianamente sulle etichette ma a cui non avete mai fatto molto caso.

Se questa è la prima volta su Tutto Donna, nel darvi il benvenuto, vi invitiamo a leggere i nostri articoli dedicati alla casa: troverete consigli utili per pulire, ordinare, cucinare e fare tante belle cose per voi e per i vostri cari!

Simboli lavaggio: ecco i loro significati

Simboli lavaggio
Di seguito trovate i simboli più comuni che si trovano sui capi: conoscerli prima di un lavaggio è fondamentale, salvate questa pagina per ricevere supporto prima di fare la lavatrice!
  • Vaschetta: questo simbolo vuole indicare il lavaggio in acqua, ma non solo. Se sono presenti dei numeri all’interno vaschetta, questi stanno ad indicare la temperatura massima dell’acqua della lavatrice. Se invece trovate all’interno il disegno di una mano, allora vuol dire che è necessario lavare a mano quel tipo di biancheria. Se al di sotto della vaschetta non trovate nessuna riga, una oppure due allora vuol dire che il lavaggio in lavatrice deve essere rispettivamente normale, medio o delicato;
  • Cerchio: esso sta invece ad indicare il lavaggio a secco, ed in particolare possiamo trovare tre possibili lettere al suo interno: A, P o F. La “A” indica qualsiasi solvente, la “P” percloroetilene ed “F” idrocarburi trifluro-tricloroetano. Se sul cerchio c’è una “X” allora il capo non va lavato a secco. Per evitare di rovinare il vostro capo di abbigliamento è meglio rivolgersi alla vostra lavanderia di fiducia e far lavare il capo da mani esperte;
  • Triangolo: questo vuole indicarvi la possibilità o meno di candeggio. Abbiamo tre alternative: il triangolo semplice indica che è possibile utilizzare qualsiasi tipo di candeggio, il triangolo barrato indica che non bisogna utilizzare candeggianti a base di cloro mentre quello con la “X” indica che non è possibile candeggiare;
  • Quadrato con cerchio interno: indica il tipo di asciugature. Se il simbolo contiene nel cerchio due puntini vuol dire che può essere asciugato con il tamburo rotativo a temperatura normale, se vi è un solo puntino allora vuol dire che deve essere ridotta la temperatura se invece è presente la “X” allora non è possibile usare il tamburo rotativo per l’asciugatura;
  • Quadrati semplici: il quadrato indica come asciugare il capo. Il quadrato semplice indica che bisogna appendere il capo dopo centrifuga, se il quadrato ha le righe verticali vuol dire che va appeso senza centrifuga mentre il quadrato con la riga orizzontale vuol dire che va appeso disteso senza centrifuga; 
  • Ferro da stiro: questo indica il modo con cui effettuare la stiratura. Abbiamo a disposizione diverse possibilità: massimo 200°C (ferro da stiro con tre pallini), massimo 150°C (ferro da stiro con due pallini), massimo 110°C (ferro da stiro con un solo pallino). Se invece il ferro da stiro ha una “X” vuol dire che non va stirato e se ha una “X” sul vapore vuol dire che non è possibile stirare con il vapore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *