8 ottavo mese di gravidanza: cosa accade a mamma e bambino?

Secondo il regolo ostetrico l’ottavo mese di gravidanza ha inizio a 30 settimane + 5 giorni e termina a 35 settimane. In questo arco temporale il bambino continua a crescere per prepararsi ad affrontare il mondo esterno; così dopo essersi girato per assumere la posizione cefalica, si completa il suo sviluppo in modo da acquisire le condizioni ideali per rapportarsi con la vita extrauterina. I movimenti del piccolo sono vigorosi e spesso possono determinare un certo fastidio fisico alla mamma, in ogni modo il ginecologo raccomanda di contare i movimenti fetali per accertarsi della vitalità del bambino e del suo benessere. In questo periodo della gestazione tendono a sorgere le contrazioni di Braxton Hicks, ossia delle vere e proprie contrazioni spontanee caratterizzate da una cadenza meno ritmica e dolorosa rispetto a quelle che preannunciano il travaglio. Queste contrazioni tendono a presentarsi già nel settimo mese di gravidanza per diventare più intensi nell’8 mese di gravidanza. Questi sono spasmi naturali che preparano lentamente l’utero al parto e si evidenziano con un leggero indurimento del pancione. I disturbi per la mamma nell’ottavo mese di gestazione, purtroppo, non finiscono qui.

I disturbi della mamma nell’ottavo mese di gravidanza

Giunti all’ottavo mese di gravidanza l’utero ha aumentato moltissimo le sue dimensioni arrivando a misurare circa 35 cm partendo dalla sinfisi pubica. Quest’aumento nella cavità addominale da la sensazione alla neo-mamma di essere sul punto di scoppiare perché non c’è più spazio nell’addome ma l’utero continuerà a crescere e dilatarsi fino alla fine della gestazione. Per via dell’aumento del pancione l’ombelico perderà la sua caratteristica rientranza e si protenderà verso l’esterno sino a divenire completamente piatto. Questo accade perché sotto l’effetto della pressione esercitata dall’utero in crescita la pelle che costituisce l’interno dell’ombelico viene estrusa verso fuori in quanto più elastica. Nell’ottavo mese di gravidanza le perdite bianche possono aumentare, tranquille anche questo è normale. Il muco che viene perso dalla vagina è il prodotto delle cellule secretrici del pavimento vaginale che hanno il compito di detergere la vagina ed eliminare eventuali batteri patogeni che possono accidentalmente entrare in vagina. Il problema sorge quando il colore non è chiaro e trasparente ma giallognolo e maleodorante; in questo caso un buon consiglio è quello di effettuare un tampone vaginale per scongiurare un’infezione.

ottavo mese di gravidanza

All’ottavo mese di gravidanza, ma in realtà questo vale per tutto l’arco gestazionale, andrebbe controllata la pressione almeno una volta a settimana. Il rischio di gestosi può presentarsi da un momento all’altro soprattutto se avete messo troppi chili. Cosa fare in questi casi? Per prima cosa se siete ingrassate troppo è il caso di dimagrire in quanto essere in sovrappeso favorisce l’innalzamento della pressione arteriosa. Curate l’alimentazione consumando alimenti ricchi di potassio e magnesio come carciofi, polpo, frutta secca, kiwi, carne bianca e legumi. Questi due preziosi minerali, oltre a regolare la pressione sanguigna, aiutano a prevenire la comparsa dei crampi notturni. Limitare il consumo di caffè e thè è utile per abbassare la pressione arteriosa; certo per molte è difficile rinunciarvi ma con un piccolo sacrificio potete cercare di farvi piacere il caffè d’orzo o quello decaffeinato.

Leggi anche: Valeriana in gravidanza, un’idea per una tisana rilassante

Oltre alle bevande nervine è opportuno limitare il sale, sia quello che aggiungete voi che quello “invisibile” ben nascosto in salumi, pesce e carne in scatola ed in molti piatti già pronti. La stitichezza sarà la vostra peggiore nemica fino al termine della gestazione. La “colpa” è sia del progesterone che rallenta lo svuotamento intestinale che dell’aumento del volume addominale che tende a schiacciare l’intestino interferendo con la sua motilità. Saranno presenti anche il mal di schiena e la stanchezza generale che accompagneranno le vostre giornate.
L’ottavo mese di gravidanza è il momento per chiedere il congedo di maternità che inizia due mesi prima del parto e continua per altri tre. In questo periodo dedicatevi a voi stesse, rilassatevi, fate lunghe passeggiate e vivete le giornate con calma e serenità. Questo è anche il periodo per pensare ad allestire la cameretta del piccolo ed acquistare tutto ciò che serve: culletta, carrozzina, marsupio ma anche abbigliamento.

ottavo mese di gravidanza bambinoCome sta crescendo il bambino?

Già verso la fine del settimo mese di gravidanza e per tutto l’ottavo mese di gravidanza il bambino perde la lanugine che lo ricopre ed appare più paffutello per via dell’aumento dello strato di grasso sottocutaneo. Le palpebre si sono staccate, le sopracciglia e le ciglia si sono formate. Il bambino alla fine dell’8 mese di gravidanza pesa circa 2,4 kg ed è lungo circa 45 cm. Questi parametri sono molto indicativi e tengono conto delle caratteristiche medie della popolazione. La testa del bambino, che sarà opportunamente misurata dal ginecologo, dovrà cadere in un certo range di misure che vengono calcolati con i percentili. Può capitare che il bambino sia più piccolo della media ma questo non deve spaventarvi perché la misura della testa dipende anche dalla costituzione fisica dei genitori della quale il ginecologo terrà conto. Alla 32 settima di gravidanza è possibile che il bambino venga fatto nascere per qualche complicazione ed in questo caso verrà opportunamente messo in incubatrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *