10 Dieci settimane di gravidanza: cambiamenti importanti da conoscere

L’intero periodo gestazionale viene scandito in settimane piuttosto che in mesi, ed il primo traguardo importante nell’arco della gestazione è rappresentato dalle 10 settimane di gravidanza con cui si segna l’inizio del periodo fetale. Esso coincide con la fine del primo trimestre e  sono ormai trascorsi ben due mesi e mezzo di gestazione. Il primo trimestre di gravidanza è di importanza cruciale per lo sviluppo intrauterino del feto, ma lo stesso vale per la neo-mamma che si trova ad affrontare una serie di cambiamenti fisici ed ormonali. La donna deve prestare molta attenzione in questa fase della gestazione perché il rischio di un aborto spontaneo purtroppo è dietro l’angolo. Tuttavia, ogni singola gravidanza assume dei tratti peculiari che spesso non trovano corrispondenza in altre, per cui non tutte le donne hanno gli stessi sintomi. Ma la maggior parte delle donne vedranno spuntare alla decima settimana di gravidanza una leggera pancia che tende a nascondere il punto vita.

Se siete giunte per la prima volta su Tutto Donna, potrebbe risultare interessante per voi leggere tutti i nostri articoli della sezione gravidanza: troverete consigli utili, risposte alle vostre domande e il calendario dettagliato di tutte le settimane di gravidanza.

La gravidanza a 10 settimane: i sintomi

10 settimane di gravidanzaLa stanchezza è sicuramente il sintomo che continua ancora a farsi sentire mentre iniziano ad attenuarsi le nausee mattutine in quanto i livelli di ormone beta hcg iniziano a calare per poi stabilizzarsi nelle settimane successive. Se le nausee tendono pian piano a scomparire, l’appetito non manca mai. Cercate di mangiare quando più lo desiderate, stando attente agli eccessi: il bruciore di stomaco per un’alimentazione errata è sempre dietro l’angolo. Il progesterone aumenta sempre di più ed è responsabile della leucorrea gravidica ovvero le perdite bianche che si hanno in gravidanza. Invece, gli estrogeni sono responsabili della comparsa, in alcuni casi, di anestetiche macchie cutanee che tendono a comparire per lo più sul viso. Questo fenomeno è detto cloasma gravidico e la causa risiede nel fatto che gli estrogeni stimolano i melanociti a produrre più melanina. Iniziano a comparire delle vene più sporgenti su seno, pancia e gambe perché il volume del sangue aumenta del 40-50% (iperemesi gravidica). Molte donne soffrono di rinite un disturbo molto simile al raffreddore che si manifesta con naso chiuso, difficoltà a respirare, copiose secrezioni nasali. In questi casi non va assunto alcun farmaco in quanto siamo in una fase delicata della gestazione e rischi per feto potrebbero essere troppo grossi.

Leggi anche: Integratori in gravidanza: come usarli

L’unica cosa che potete fare, oltre che lavare il naso con della soluzione fisiologica, potete assumere integratori a base di vitamina C che ostacolerà l’infiammazione locale “spegnendo” i radicali liberi che si sono formati e che vi provocano questo fastidio. Evitate l’assunzione di qualsiasi farmaco anche quello che vi sembra più sicuro e consultate sempre il vostro medico prima di prendere qualsiasi decisione. Anche il seno inizia ad ingrossarsi e potrebbe essere necessario acquistare un nuovo reggiseno.

Cosa sta accadendo al bambino?

Per quanto riguarda invece lo sviluppo del feto va sottolineato che quando si raggiungono le 10 settimane di gravidanza ha inizio il periodo fetale, il quale è caratterizzato da una crescita estremamente veloce. Per avere un’idea della grandezza del feto possiamo paragonarlo ad un grande fagiolo o ad una piccola prugna. E’ lungo in media di 5-6 cm e per quanto riguarda il suo peso in questo periodo inizia ad aumentare in maniera graduale. Ora pesa pressapoco 18 grammi. Tra i cambiamenti più significati che si assistono decima settimana di gestazione vanno segnalate le modifiche morfologiche: la porzione di coda scompare, le orecchie sono abbozzate, le dita della mano si separano perdendo le loro precedenti strutture palmate, i bulbi piliferi del cuoio capelluto si formano, il senso del gusto inizia a svilupparsi, il cervello va incontro ad un rapido sviluppo come anche il fegato che ha dimensioni spropositate rispetto agli altri organi. Entro il primo trimestre di gestazione dovrai sottoporti alla prima ecografia obbligatoria con la quale potrà avere una serie di informazioni: numero di embrioni fecondati, crescita generale del bambino, eventuali anomalie del battito cardiaco e si potrà eseguire il test della traslucenza nucale e in base ad esso valutare di sottoporre la mamma ad un’amniocentesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *