Sapone liquido fatto in casa: consigli, ricetta e procedimento

Il sapone liquido abita praticamente in tutte le nostre case: è discreto, molto più igienico rispetto ad una saponetta, spesso utile in diverse occasioni e situazioni. Proprio per la sua versatilità, spesso ci si ritrova a finirlo in tempi stretti, restando senza sapone in casa. Una soluzione alternativa potrebbe essere quella di realizzare in casa il sapone liquido, così come potremmo creare detersivi per diversi utilizzi casalinghi, anche il sapone liquido può essere oggetto della nostra creatività e renderci la vita un po’ più sana e sicura.

Gli ingredienti utilizzati, infatti, saremo noi a sceglierli, dando al sapone l’aroma che più ci aggrada. Questa operazione, oltre che farci rilassare impiegando il tempo libero in attività utili, ci aiuterà anche a risparmiare. Il che non è da mettere in secondo piano. Vediamo insieme alcuni passaggi fondamentali per ottenere un sapone liquido in casa, come quello che compriamo al supermercato.

Sapone liquido fatto in casa: metodi di preparazione

Il sapone liquido è, come anticipato, molto versatile in casa: è utile averlo in bagno, ma anche in cucina. Spesso lo si utilizza perfino per pretrattare i capi macchiati prima del lavaggio in lavatrice, soprattutto quelli di Marsiglia. Ebbene realizzarlo in casa non è difficile: basta avere tempo libero da dedicare ad attività di hobbistica, di fatto potreste appassionarvi e fare sapone per tutta la famiglia e per gli amici, e un pizzico di creatività che non guasta mai. Si può partire da una saponetta che abbiamo già in casa, da questa creare il sapone liquido facendola sciogliere; oppure partendo da zero, creando noi stessi il sapone e il suo principio attivo. Vediamo insieme come fare.

Leggi anche: Detersivo lavastoviglie fai da te: ecco la ricetta! – Bagnoschiuma fai da te: tutti i trucchi

Procedimento per realizzare il sapone liquido a casa

Guida sapone liquido fai da te

Partendo da una saponetta in vostro possesso, fare un sapone liquido è certamente più semplice. Basta scegliere la saponetta che si vuole utilizzare a seconda dell’utilizzo che verrà fatto del sapone liquido stesso. Così ad esempio usando una saponetta idratante si potrà ottenere un sapone liquido da utilizzare per il corpo; da una saponetta antibatterica si otterrà sapone liquido da usare per le mani in bagno o in cucina; da una saponetta per il volto otterremo un sapone liquido per detergere il viso. E’ sufficiente utilizzare le saponette avanzate che si hanno in casa; oppure sceglierne una appositamente per creare il sapone liquido. Scelta la saponetta, è necessario grattugiarla più finemente possibile, così da rendere più veloce il processo di fusione. Ottenuto circa 230 gr di sapone in polvere, si può procedere facendo frullare il sapone con acqua bollente: è sufficiente far bollire 235 ml di acqua e versarla nel frullatore insieme con il sapone grattugiato. Il frullatore è un aiuto ulteriore, si può anche evitare di utilizzarlo se non lo si vuole sporcare o rovinare. Basta mettere il sapone nell’acqua bollente direttamente in pentola; o ancora utilizzare il microonde. Alla soluzione ottenuta è possibile aggiungere della glicerina, che svolge una importante funzione idratante e rende il sapone artigianale più delicato. Ne basta un cucchiaino. Ora è possibile personalizzare il sapone con ingredienti specifici: qui sarà la vostra creatività a farla da padrone. Si possono aggiungere gocce di olio essenziale per dare profumo; olio essenziale di lavanda e malaleuca per rendere il sapone antibatterico; del miele per rendere il sapone delicato e nutriente per la nostra pelle. Il tutto continuando a frullare (o eventualmente a mescolare con una frusta in pentola) fino ad ottenere la consistenza giusta. Quando il composto sarà raffreddato, si potrà mettere nei recipienti o vasetti per la conservazione e il relativo utilizzo al bisogno.

Nel caso in cui volete preparare il sapone liquido partendo da zero, il procedimento è più complesso. Gli ingredienti che dovete procurarvi sono: 300 gr di scaglie di idrossido di potassio; 1 lt di acqua distillata; 700 ml di olio di cocco; 300 ml di olio di oliva; 300 ml di olio di ricino; 100 ml di olio di jojoba. Ora avrai bisogno degli strumenti necessari alla lavorazione, ossia una pentola, dei misurini, una bilancia da cucina, un frullatore ad immersione, guanti e soprattutto occhiali protettivi. Già, si gioca un po’ a fare il piccolo chimico ora. Riscalda gli oli in una pentola a fuoco basso, avendo cura di utilizzare le esatte dosi indicate. Ora, indossati i guanti e gli occhiali, passiamo alla preparazione della soluzione di idrossido di potassio: basta unire acqua distillata e idrossido, mescolando continuamente mentre si versa l’idrossido nell’acqua. E’ importante versare l’idrossido nell’acqua e non viceversa perché si potrebbe verificare una reazione chimica pericolosa. Il composto così ottenuto va versato negli oli precedentemente riscaldati, utilizzando il frullatore ad immersione per amalgamare il tutto. Continuare a frullare fino a che non è possibile lasciare una traccia nel composto con un cucchiaio. La pasta che si realizzerà deve essere cotta, su fuoco basso, per almeno 6 ore. Questo composto, una volta raffreddato, dovrà essere diluito con un litro di acqua distillata: possono passare ore prima che la pasta si sciolga completamente nell’acqua. Ma alla fine il risultato sarà ottimale e il vostro sapone liquido fatto in casa pronto all’uso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *